• Articolo , 30 giugno 2010
  • Solar Impulse sfida la notte. Domani il test dal tramonto all’alba

  • Solar Impulse, il velivolo solare pesante come un’automobile e con un’apertura alare di quasi 64 metri, effettuerà un test di 24 ore in notturna sfruttando l’energia accumulata durante il giorno

(Rinnovabili.it) – Dopo sette anni di test sono arrivate le prove di ricognizione Solar Impulse, velivolo svizzero alimentato ad energia solare, che il 7 aprile scorso ha effettuato il suo “primo volo”:http://www.rinnovabili.it/solar-impulse-il-volo-di-collaudo-e-stato-un-successo-800839 in autonomia energetica. Stavolta però tenterà il suo primo traversata notturna sfruttando l’energia fotovoltaica incamerata nelle ore di luce. Le condizioni meteo dovrebbero essere favorevoli e la data decretata sembra essere il primo luglio ”Le probabilità di vedere l’aereo a energia solare HB-SIA decollare il primo luglio ed atterrare il mattino del 2 luglio sono sempre più grandi”, hanno affermato in una nota gli organizzatori dell’iniziativa riuniti a Payerne, Svizzera occidentale.
I piani prevedono il decollo verso le 8 del mattino, ore durante le quali il velivolo dovrà raggiungere i 9000 metri di altitudine e accumulare nelle batterie l’energia di cui avrà bisogno nel volo notturno. Quando i raggi del sole saranno più deboli Solar Impulse scenderà fino alla quota di 1500 metri continuando a volare in autonomia per l’intera notte fino al sorgere del sole.
Tutti i test compiuti fino ad oggi hanno un comune obiettivo: riuscire a realizzare un aereo che con la sola potenza accumulata grazie allo sfruttamento delle radiazioni solari riesca a fare il giro del mondo.