• Articolo , 15 febbraio 2008
  • Solare a concentrazione: Sandia stabilisce un nuovo record mondiale

  • Con Stirling Energy Systems la società statunitense segna il nuovo primato per il termodinamico raggiungendo un’efficienza di conversione maggiore del 30%

Dopo essersi fatti notare mandando elettricità lungo dei cavi di tungsteno per creare condizioni simili a quelle di una fusione nucleare e raggiungendo i 2 miliardi di gradi (la temperatura più alta mai raggiunta sulla terra), ora i Sandia National Laboratories stabiliscono un nuovo record nel campo del solare a concentrazione. Grazie a Stirling Energy Systems (Ses) sono riusciti ad ottenere un’efficienza di conversione energetica del 31,25%, superando così primato mondiale del 1984 al 29,4%. “Ottenere i due interi punti di efficienza di conversione in questo tipo di sistema è stato fenomenale!”, dice Bruce Osborn, Presidente e Ceo di Ses. Il record è stato ottenuto, presso il Solar Thermal Test Facility, grazie all’ultimo prototipo, il Serial # 3, in grado di produrre giornalmente fino a 150KW per la rete elettrica. Ogni concentratore a disco è composto di 82 specchi in grado di concentrare la luce in un intenso fascio e riflettere più del 94% della luce del sole. L’efficienza di conversione viene calcolata misurando l’energia consegnata alla rete diviso l’energia solare che colpisce il piatto solare. La società si adopererà nel breve tempo a commercializzarlo anche al pubblico.