• Articolo , 19 ottobre 2007
  • Solare: dal 2012 prevista “crescita illimitata”

  • Buone prospettive per il mercato dell’energia solare; una volta raggiunta la parità dei prezzi (fra soli 5 anni) la crescita sarà esponenziale

L’energia solare potrebbe essere la principale fonte mondiale di elettricità entro la fine del secolo, nonostante finora il suo ruolo sia stato marginale a causa delle differenze di costi con i carburanti fossili. La produzione dei pannelli solari raddoppierà nei prossimi anni, secondo la banca di investimenti USA Jefferies Group, guidata dall’appoggio dei governi, soprattutto di Germania e Giappone. Queste le notizie venute fuori da una conferenza tenutasi in Gran Bretagna sul tema delle energie del futuro. I paesi molto assolati potrebbero raggiungere il breakeven entro cinque anni, e la nuvolosa Gran Bretagna entro il 2020: “A quel punto ci si può aspettare una crescita illimitata – ha spiegato il capo degli ingegneri di General Electric, Jim Lyons – L’industria solare sarà anche più grande di quella eolica”. L’industria potrebbe ridurre i costi e raggiungere la parità in mercati significativi compreso gli USA, Giappone e parte dell’Europa meridionale entro il 2012, ha detto Erik Thorsen, amministratore delegato della più grande società al mondo di energia solare, la Renewable Energy. (fonte Reuters.it)