• Articolo , 11 luglio 2011
  • Solare termodinamico: EGP pensa a due nuovi impianti

  • Una centrale in Sicilia da 30 MW e una da 25 MW per far funzionare un impianto di dissalazione nella regione del Mediterraneo: Enel Green Power continua a far crescere la propria capacità verde

(Rinnovabili.it) – Enel Green Power è intenzionata a replicare l’esperienza di Archimede, la centrale a specchi di Priolo Gargallo (Siracusa) inaugurata lo scorso anno. Secondo quanto riporta l’agenzia di stampa Reuters, Sauro Pasin, direttore della Ricerca e Sviluppo di Enel, avrebbe rivelato la decisione della società di aumentare la quota di produzione di energia solare nel proprio mix produttivo, valutando la possibilità di realizzare due nuovi impianti solari termodinamici. “Enel Green Power – ha dichiarato Pasini – sta progettando la realizzazione di una centrale da 30 MW stand-alone”, ovvero non interconnessa alla rete pubblica di distribuzione.
L’impianto dovrebbe essere realizzato da Enel Green Power in collaborazione con diversi partner italiani; luogo d’elezione, ancora una volta, la Sicilia, regione che solo qualche giorno fa ha assistito “all’inaugurazione della mega fabbrica”:http://www.rinnovabili.it/taglio-del-nastro-per-il-piu-grande-impianto-di-moduli-fotovoltaici-ditalia404546 di moduli fotovoltaici nata dalla joint venture fra EGP, Sharp e STMicroelectronics.
Un secondo impianto termodinamico, con una capacità di 25 MW, dovrebbe essere realizzato a integrazione di un progetto di dissalazione di acqua marina nella regione del Mediterraneo. Pasini ha spiegato che i piani di entrambi le centrali solari sono legate alla concessione dei finanziamenti da parte dell’Unione Europea per la quale la società sta aspettando, a breve, una risposta in merito da parte di Bruxelles.