• Articolo , 9 luglio 2009
  • Solare termodinamico: tecnologia italiana in Egitto

  • Verrà costruito un laboratorio sperimentale in Egitto dove si metterà a punto il progetto più adatto alla creazione di una centrale per la produzione di energia da solare termodinamico

(Rinnovabili.it) – Confindustria Perugia ha comunicato che l’Enea ha firmato un’intesa al Cairo: alcune aziende umbre hanno siglato l’accordo energetico con il Ministero della Ricerca Scientifica egiziano per la produzione di energia da solare termodinamico. L’energia prodotta verrà distribuita, grazie ad una speciale rete elettrica, ad alcuni Paesi del bacino del Mediterraneo.
Al Cairo era presente anche Archimede Solar Energy, società del Gruppo Angelantoni, Enel Green Power insieme a Techint, Tecnimont, Ronda, Reflex ed hanno reso noto che l’Italia e l’Egitto faranno scendere in campo rispettivamente la Soc. Fn Spa e la New & Renewable Energy Authority.
Grazie all’accordo, stretto tra il presidente dell’Enea Luigi Paganetto e Tarek Hussein, presidente dell’Accademia della Ricerca Scientifica e Tecnologica (Asrt dell’Egitto) verrà realizzato in Egitto un laboratorio dove verrà messo a punto e poi realizzato il progetto per un impianto solare sfruttando le tecnologie prodotte dall’Enea.
Si sono accordate anche l’Università per Stranieri di Perugia e il Supreme Council of Universities dell’Egitto per favorire la diffusione delle diverse culture e delle lingue impiengandole in diversi settori tra i quali il marketing e la comunicazione internazionale.