• Articolo , 4 maggio 2010
  • Solarexpo, al via la vetrina internazionale dedicata al solare

  • Nei padiglioni della fiera di Verona, fino a venerdì, occhi puntati su solare e fotovoltaico. Oltre 70 mila i visitatori attesi e 1250 gli espositori provenienti da 43 nazioni. E un calendario di incontri e convegni per discutere del futuro delle rinnovabili

Tutto pronto alla Fiera di Verona per dare ufficialmente il via alla undicesima edizione di _Solarexpo_ – mostra e convegno internazionale su energie rinnovabili e generazione distribuita – che si aprirà domani 5 maggio e si concluderà il prossimo venerdì. Un appuntamento importante, che poterà quest’anno oltre 70 mila visitatori tra i padiglioni della fiera in cui verranno ospitati 1250 espositori, provenienti da 43 paesi. Dati che testimoniano, nonostante le ripercussioni della crisi finanziaria, il grande interesse per le rinnovabili nel nostro Paese. Molti, anche quest’anno i convegni promossi da operatori e associazioni di settore. Il primo appuntamento, l’ _Italian PV Summit_ , la seconda edizione della conferenza internazionale in calendario nelle giornate di ieri e oggi, si chiuderà questo pomeriggio dopo aver fatto il punto sugli scenari e le prospettive di sviluppo del fotovoltaico italiano. Nelle giornate del 5, 6 e 7 maggio saranno molti anche gli altri temi a confronto: dalla discussione sulle linee guida del nuovo Conto Energia, alle esperienze dei Gruppi d’acquisto del solare nel nostro Paese, senza dimenticare l’appuntamento per venerdì 7 con il _Green job day_. L’edizione 2010 di Solarexpo, infatti, ha voluto dare grande importanza anche all’approfondimento sulle opportunità occupazionali delle rinnovabili, e si trasformerà in una piazza virtuale dove sarà possibile fare incontrare domanda e offerta di lavoro “verde”. Dopo il successo della 2009, infatti, sarà messo a disposizione dei visitatori il _Green Job Centre_ , uno sportello permanente realizzato in collaborazione con l’agenzia per il lavoro Adecco, nato per dare uno strumento in più alle aziende che operano nel settore della _green economy_ che vogliono reclutare personale specializzato e per offrire, allo stesso tempo, un canale dedicato a chi cerca lavoro nel settore.

Forte l’attenzione anche alla ricerca tecnologica e allo sviluppo delle rinnovabili nel panorama italiano ed europeo. Uno dei più significativi appuntamenti della manifestazione fieristica di Verona sarà, infatti, l’evento _R4R – Research for Renewables_ , dedicato al mondo della ricerca sulle tecnologie energetiche di ultima generazione e a basso impatto ambientale; vetrina dell’eccellenza per 23 neo-imprese che potranno esporre i loro progetti, presentando tutte le più recenti soluzioni nel settore del fotovoltaico, solare termico, solare a concentrazione, eolico, biomasse, efficienza energetica e progettazione. Ma l’impegno proseguirà anche con altri convegni e meeting dedicati, come _Innovation Day_ e _Green Financing Day_ , in calendario per il 5 e il 6 maggio. Una due giorni di discussione e confronto sui temi dell’innovazione tecnologica e della finanza d’impresa nel settore dell’energia pulita, con interventi di relatori internazionali e rappresentati italiani del mondo della ricerca applicata.
Grande attesa anche per _Greenbuilding_ , l’appuntamento dedicato all’architettura sostenibile che si svolgerà parallelamente a Solarexpo, sempre all’interno della fiera di Verona, da domani fino a venerdì.
Sarà l’occasione per discutere di efficienza energetica, della realizzazione di centri urbani a emissioni zero, e dell’opportunità di progettare edifici sostenibili con tecnologie di ultima generazione. Tutto questo e molto altro sarà al centro domani, ad esempio, dei convegni internazionali dedicati all’architettura sostenibile, che prenderanno il via dopo l’inaugurazione ufficiale di Greenbuilding. Si partirà con il convegno _Next City. International conference on next-generation urban concepts for a low-carbon society_ organizzato da Ambiente Italia Istituto di Ricerche, Exalto e Centro Studi Greenbuilding. Un appuntamento a cui prenderanno parte architetti ed esperti di urbanistica di fama internazionale, tra cui Thomas Herzog che presenterà il caso della città di Linz, Dan Mogensen con una relazione sull’esperienza di Copenhagen, Gustaf Landahl per parlare dell’interessante caso di Stoccolma, ed Eva Kail con la case history di Vienna.

E per chi non potrà essere presente tra i padiglioni, Solarexpo sbarcherà anche su _You Tube_, con un “canale dedicato”:http://www.youtube.com/solarexpo che seguirà i tre giorni della manifestazione di Verona. Uno strumento indispensabile per portare anche oltre i confini nazionali le esperienze, le innovazioni e le ricerche di settore _Made in Italy_ , allargando la vetrina delle aziende interessate a investire nelle nostre tecnologie. Un segnale che conferma il grande interesse per le rinnovabili del nostro Paese. Basta guardare ai dati delle passate edizioni di Solarexpo per rendersi conto del grande successo, anche a livello internazionale, della manifestazione. Se nel 2007 erano solo tre i padiglioni occupati per l’evento fieristico dedicato al solare, e “solo” 572 gli espositori, nel 2009 le cifre sono raddoppiate. Il numero degli espositori, infatti, lo scorso anno è salito fino a 1060 e sono state ospitate 41 nazioni. Sempre nel 2009 oltre 63.800 visitatori (+15% rispetto al 2008) hanno preso parte alla manifestazione e numerose sono state le presenze dei giornalisti specializzati, circa 250. Per fare un bilancio ufficiale, però, bisognerà attendere la chiusura dell’edizione 2010 della tre giorni di Verona, anche se già è “tutto esaurito” negli alberghi della città. Segno che Solarexpo non è solo un appuntamento fieristico ma un evento che propone una vera “ricetta anti-crisi a base di energia pulita”.