• Articolo , 7 maggio 2009
  • Solarexpo e Greenbuilding: è stato il giorno dell’inaugurazione

  • Una fiera in forte crescita sia nei numeri che nei servizi, che riesce a coniugare un’esposizione di circa mille aziende e una serie di convegni di notevole interesse

Oggi l’inaugurazione della decima edizione. Un evento che, come abbiamo detto nel nostro articolo di presentazione, sta acquistando un prestigio ed un’autorevolezza sempre maggiori. Oggi ad esempio nei convegni previsti per l’inaugurazione sono stati trattati argomenti di rilevanza internazionale come lo scenario internazionale del post-Kyoto e il ruolo del fotovoltaico nel Piano per le tecnologie energetiche strategiche dell’Unione Europea. Oppure temi come il punto sul mercato italiano del fotovoltaico con interventi sulla struttura, sul trend di sviluppo, sull’attrattività per gli investitori. E in più una nutrita ed interessante esposizione di tecnologie e prodotti che ormai costituisce uno dei tradizionali punti di forza di Solarexpo e che costtuisce una vetrina altamente rappresentativa di questo comparto industriale.

*Il primo giorno* – Alla fine della prima giornata di questa mostra convegno abbiamo al nostro attivo vari chilometri percorsi all’interno degli ampi padiglioni con la consapevolezza che non può bastare una sola giornata per esaminare tutto il patrimonio fieristico di questa decima edizione di Solarexpo. La prevista affluenza di circa sessantamila visitatori ha visto già in questo giovedì una prima conferma dell’interesse suscitato. Sara Quotti, direttore della manifestazione, prima dell’apertura aveva dichiarato: “Solarexpo ha registrato in tre anni un tasso di crescita del 200%” e, se qualcuno ricorda le edizioni precedenti, non può non notare questo aumento.

*L’esposizione* – Nonostante le piantine a volte non è facile districarsi tra i più di mille espositori ma da quest’anno, dopo un lungo lavoro, viene in aiuto dei visitatori un sistema nuovo. Si tratta di un touch screen nel quale è possibile inserire le aziende che si intende visitare e dal quale si riceve un percorso che tocchi tutti gli stand interessati impiegando la minore distanza possibile. Il sistema è anche in grado di fornire una stampa di quello che vediamo sullo schermo ed utilizza un algoritmo di ricerca operativa e di intelligenza artificiale basata sugli sciami d’ape quindi si garantisce che quello sia effettivamente il percorso più breve.
Una novità da non perdere è nell’area dedicata al verde “nell’area costruita” dove la “Wall Up” combina un sistema fotovoltaico ad un’altro che gestisce l’irrigazione-fertilizzazione di una parete vegetale. Il sistema verrà descritto in dettaglio alla fine della Fiera e sarà spiegato dalla stessa “Wall Up” nel congresso di venerdì 8 sul tema. Per ora possiamo dirvi che funziona come un cappotto esterno, che prevede un gran risparmio di acqua e che non necessita di gran manutenzione per il verde. Altra novità, anche se già vista ad Energeticha, viene dalla “Energie Eco Compatibili” (En e Com) che ha presentato una serie di pannelli flessibili dalle caratteristiche di produzione molto interessanti. I pannelli vanno dai 15Wp agli 80Wp e sono arrotolabili o flessibili tanto che la casa ne consiglia l’uso anche per giacche, borse o tende. Ultima novità che vogiamo segnalare tra le tante, viene dalla “Nativo” e consiste in un camino alimentato da bioetanolo specifico fornito dalla stessa casa produttrice. Dal design moderno, questo camino non crea odori e, da quello che ci spiega il depliant non necessita di canne fumarie o di impianti particolari.
Per oggi chiudiamo qui consigliando di effettuare la registrazione per l’ingresso in internet, che risulta facile, veloce e fa risparmiare tempo e denaro.

“Solarexpo, la presentazione”:http://www.rinnovabili.it/solarexpo-cresce-e-tocca-quota-dieci-530309