• Articolo , 5 ottobre 2010
  • Solaris, il perfetto connubio tra arte e fotovoltaico

  • Quando all’efficienza energetica si unisce l’interesse per l’aspetto estetico si creano progetti come Solaris, l’impianto fotovoltaico che dall’alto crea un armonico disegno geometrico

(Rinnovabili.it) – Ridurre l’impatto visivo di un’istallazione fotovoltaica a terra si puo’. Partendo da questa concezione è stato realizzato il progetto *Solaris*, un parco solare composto da centinaia di moduli che uniscono alla sostenibilità dell’energia generata sfruttando i raggi solari l’importanza di un impatto estetico piacevole. Lasciando libero sfogo alla fantasia del progettista e utilizzando pannelli quadrati, rettangolari e trapezoidali, si potrà personalizzare il posizionamento degli stessi creando un connubio tra arte e sostenibilità. L’idea nata da Oleg Lobykin prende piede nell’ambito della *2010 Land Art Generator Initiative Design Competition* ed è stata idealmente localizzata in un’area permanentemente priva di vegetazione nei pressi dell’aeroporto di Abu Dahbi, tra Saadiyat Island e Yas Island, sito adatto ad un’alta generazione di energia perché notevolmente irradiato e lontano dall’essere un problema per la fauna locale e vegetazione.
Nello specifico il progetto conta 1418 moduli con una capacità di picco di 45 MW utili per il funzionamento dell’annesso sito interattivo e polo museale multimediale a disposizione dei visitatori, ma anche utilizzabile per alimentare centri residenziali e commerciali della zona.
La particolare disposizione dei pannelli solari in questo progetto potrà deliziare i viaggiatori che lasciando o raggiungendo Abu Dhabi in aereo saranno in grado di visualizzare il disegno composto.