• Articolo , 18 novembre 2010
  • SolarWalk: passeggiando sotto il “sole” nel parco zoologico

  • Grazie ad una struttura in acciaio, rivestita di pannelli solari, lo zoo della città dell’Arizona potrà conservare le specie animali ospitate nel parco e produrre al tempo stesso energia rinnovabile, riducendo così il suo impatto ambientale.

(Rinnovabili.it) – I visitatori dello zoo di Toledo, Arizona, potranno da oggi in poi passeggiare lungo un percorso solare. Non è fantascienza, il SolarWalk, inaugurato lo scorso martedì all’interno del parco, è costituito da una struttura in acciaio sulla quale sono stati istallati più di 1.400 pannelli solari, grazie ai quali lo Zoo potrà ridurre i suoi consumi energetici da fonti non rinnovabili. E non finisce qui, lungo il percorso del SolarWalk sono stati installati diversi pannelli grafici che illustrano le attività green dello stesso zoo, oltre a elargire consigli utili e sostenibili ai visitatori. Dulcis in fundo un chiosco interattivo fornirà informazioni su come funzione l’energia solare e sulla quantità di energia che il SolarWalk fornirà nel tempo allo zoo di Toledo. Si prevede infatti che nelle giornate di maggiore irraggiamento solare la struttura sarà in grado di produrre fino a 320 kilowattora, con una produzione annua pari a più di 104.000 kilowattora. In tal modo lo Zoo potrà ridurre le sue emissioni di CO2 per un totale di 75 tonnellate ogni anno. L’iniziativa è stata resa possibile grazie alla collaborazione dello Zoo di Toledo con First Solar, produttore leader di tecnologie fotovoltaiche, il quale ha donato al parco i moduli solari, e fornito le proprie competenze per la progettazione e l’ingegnerizzazione della struttura. Da non dimenticare inoltre i sovvenzionamenti per le energie rinnovabili elargiti allo zoo da pare del Dipartimento dello Sviluppo dell’Ohio. Nel corso dell’inaugurazione il Dr. Anne Baker, Direttore esecutivo dello Zoo di Toledo, ha dichiarato:”Il SolarWalk è parte dell’impegno complessivo dello zoo di incorporare le energie rinnovabili in tutte le sue strutture, e la sua presenza allo zoo serve come testimonianza impressionante di questo impegno”. Un esempio che tutti gli altri parchi zoologici dovrebbero seguire per unire la conservazione delle specie animali e vegetali alla produzione di energia rinnovabile e sostenibile.