• Articolo , 21 aprile 2008
  • Sorgerà in Usa il più grande impianto eolico del mondo?

  • Texano, repubblicano, multimiliardario e per di più petroliere. Ma é proprio da lui che viene questo progetto, convinto com’é che il futuro dell’energia non sarà nel petrolio

Thomas Boone Pickens certo non é un sostenitore dell’ecologismo, eppure sta per lanciare il progetto di un parco eolico che porterebbe gli Usa ad essere il leader mondiale della produzione di energia dal vento. Il petroliere infatti progetta di impiantare, fra Texas e California, il più esteso e il più potente parco di energia eolica del mondo. Si parla di 2700 turbine giganti, in grado di produrre 4000 MW (quanto un paio di centrali nucleari), e questo significherebbe energia elettrica per almeno un milione di famiglie. L’acquisizione dei terreni e la realizzazione delle turbine sono già in atto e “Mesa Power”, la società del petroliere, prevede di investire 10 miliardi di dollari, per poter iniziare la produzione nel 2011. Pickens ha come obiettivo quello di raggiunere un 25% di profitti. Ed infatti la molla di questa operazione è tutta nel business. Il petroliere è davvero convinto che si tratti di un ottimo affare, visto che, a suo avviso, in America il fabbisogno elettrico aumenterà, nei prossimi dieci anni, del 15%. Peraltro, é certo che le quotazioni del petrolio andranno ad aumentare, anche perche l’oro nero si sta esaurendo. Pickens crede che la crescita economica dell’industria non potrà essere più sostenuta dal petrolio. E quindi via all’eolico. “Se entro su un mercato – ha dichiarato – non lo faccio certo per perdere denaro, mi aspetto profitti in crescita”.