• Articolo , 10 febbraio 2010
  • Sostenibilità ambientale: al via 3 bandi

  • Incentivare la sostenibilità e promuovere l’educazione ambientale tra i giovani. Si sono aperti i tre bandi di contributo, promossi dalla Provincia, rivolti a promuovere le “buone pratiche” nei comuni, nelle scuole e nelle feste e sagre di Parma e del Parmense. Tre azioni diverse, per un finanziamento complessivo di 55mila euro, accomunate dalle medesime finalità: […]

Incentivare la sostenibilità e promuovere l’educazione ambientale tra i giovani. Si sono aperti i tre bandi di contributo, promossi dalla Provincia, rivolti a promuovere le “buone pratiche” nei comuni, nelle scuole e nelle feste e sagre di Parma e del Parmense. Tre azioni diverse, per un finanziamento complessivo di 55mila euro, accomunate dalle medesime finalità: fare in modo che tutti prestino attenzione all’ambiente e adottino comportamenti virtuosi, ad esempio riducendo i rifiuti.
Prosegue in questo modo l’impegno della Provincia per la tutela e il rispetto dell’ambiente. Un impegno a 360 gradi, che va dai grandi progetti alle iniziative più “piccole”, come la volontà di ridurre il consumo di carta: la modulistica per accedere ai tre bandi si trova infatti solo on-line, scaricabile dal portale, e tutte le procedure di partecipazione (adesione e comunicazione) avviene soltanto tramite posta elettronica.
“Queste azioni vogliono mandare un importante messaggio: l’impegno nei confronti dell’ambiente deve riguardare tutti – ha sottolineato l’assessore provinciale all’ambiente Giancarlo Castellani, presentando le iniziative questa mattina in provincia -. Tutti sono chiamati a fare la loro parte: la Provincia negli ultimi nove anni ha messo a disposizione quasi mezzo milione di euro per le “buone pratiche”, ma anche gli enti locali, il sistema produttivo e i singoli cittadini devono dare il loro contributo. Ecco perché i bandi si rivolgono alle scuole, ai comuni e alle associazioni che organizzano le feste di paese”.
“Sono bandi separati ma è anche possibile “legarli” partecipando a tutti e tre con un unico grande progetto sostenibile – ha detto Giuseppe Boselli, responsabile dei progetti per l’assessorato all’Ambiente della Provincia -. Un’amministrazione ad esempio potrebbe proporre un’iniziativa, nella quale oltre al Comune, sia coinvolta anche la scuola e le feste del territorio.”.
Il bando di contributo “Comuni sostenibili”, giunto alla seconda edizione, ha l’obiettivo di incentivare e premiare interventi e azioni promosse dagli enti locali in materia di mobilità sostenibile, qualità dell’aria, risparmio energetico, riduzione dei rifiuti e risparmio idrico. Il bando prevede un co-finanziamento per ciascun progetto fino a un massimo di 10mila euro.
Le domande dovranno essere inviate tramite posta elettronica certificata all’indirizzo protocollo@postacert.provincia.parma.it entro il 29 maggio 2010.
Il bando, unico nel suo genere, è nato sulla base dei risultati positivi ottenuti nelle edizioni precedenti dal Bando “Riduzione rifiuti” e dal Bando “Piedibus”, grazie ai quali è stato possibile attivare dal 2007 al 2009, con un investimento di 111.500 euro: 10 piedibus, 14 progetti per la riduzione dei rifiuti e 6 progetti sul risparmio energetico.
È invece rivolto a promuovere una gestione corretta e sostenibile dei rifiuti durante la tante feste e sagre paesane che si tengono ogni estate nella provincia di Parma il bando, giunto alla sua ottava edizione, “Ecofeste 2010”. La Provincia stanzierà a ciascuna festa del Parmense che pratica azioni di riduzione dei rifiuti un cofinanziamento pari a un massimo di 5mila euro.
L’edizione 2010 del bando si caratterizza per un’impronta ancora più marcata verso la riduzione dei rifiuti: requisito essenziale per accedere alla graduatoria di finanziamento è infatti che la festa preveda tutte modalità di raccolta differenziata attive nel comune di svolgimento, e, obbligatoriamente, la raccolta degli oli di frittura.
Grazie al bando Ecofeste in sette edizioni si sono potute organizzare 638 feste certificate, che hanno coinvolto annualmente circa 100mila persone, per un finanziamento complessivo di 130mila euro. Tra i risultati più interessanti, si segnalano 7 comuni che hanno trasformato in modo definitivo le proprie feste utilizzando solo stoviglie e posate riutilizzabili. Inoltre, il vuoto a rendere per acqua e vino si è diffuso per quasi l’80 % delle feste certificate. Ecofeste raccoglie numerosi consensi anche in ambito nazionale: sono molte infatti le amministrazioni che hanno seguito le orme del progetto provinciale.
Le domande per accedere al bando dovranno essere inviate, in formato esclusivamente digitale, entro il 24 aprile 2010 tramite posta elettronica all’indirizzo protocollo@postacert.provincia.parma.it con oggetto “Bando Ecofeste 2010”.
Il terzo bando di carattere ambientale della Provincia è quello relativo ai contributi per “progetti di educazione ambientale nelle scuole della provincia di Parma”, giunto alla decima edizione. Rivolto a tutti gli istituti scolastici di ogni ordine e grado di Parma e del Parmense, prevede un co-finanziamento fino a un massimo di 3.750 euro per la promozione di progetti di educazione ambientale nelle scuole. 93 i progetti attivati in dieci anni per un investimento complessivo, fino al 2009, di 236mila euro.
Il bando rientra tra le azioni previste dal Piano d’azione di educazione ambientale, lo strumento pluriennale di pianificazione della Provincia in materia di educazione ambientale, giunto alla sua 5° edizione, che ne individua azioni e obiettivi.
La domanda di contributo dovrà essere inviata entro l’8 maggio 2010 tramite posta elettronica all’indirizzo protocollo@postacert.provincia.parma.it con oggetto “Bando per la concessione di contributi per progetti di educazione ambientale nelle scuole della provincia di Parma”.
Tutti i regolamenti e le relative modulistiche di partecipazione sono scaricabili dal portale ambiente della Provincia www.ambiente.parma.it nella sezione “bandi e finanziamenti”.

Per informazioni:
Servizio Ambiente della Provincia di Parma – Ufficio Educazione ambientale Referente: Giuseppe Boselli tel: 0521/931786 fax: 0521/931853; e-mail: g.boselli@provincia.parma.it