• Articolo , 28 luglio 2009
  • Sostenibilità ed ecolegalità per le nuove generazioni

  • Il Ministero dell’Ambiente e il Ministero dell’Istruzione firmeranno domani 29 luglio alle ore 11 a Palazzo Chigi la ‘Carta d’intenti’ per diffondere nei ragazzi la comprensione delle problematiche ambientali

(Rinnovabili.it) – Nella comune convinzione che le nuove generazioni costituiscano il terreno fertile per gettare i semi di un futuro migliore i ministri dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo e il ministero dell’Istruzione Mariastella Gelmini si incontreranno Palazzo Chigi firmare la “Carta d’intenti” in materia di “Scuola, ambiente e legalità”. L’obiettivo rendere i giovani studenti recettori primari di un messaggio imperniato sulla comprensione delle problematiche ambientali unitamente a quello di stimolare una certa consapevolezza nei confronti della tutela e della valorizzazione dell’ecosistema mediante progetti concreti di intervento, come quelli da proporre alle scuole e alle istituzioni del territorio in cui si vive, il rilancio di stili di vita eco-sostenibili, rispettosi della natura.
“Educare le giovani generazioni a una cultura ambientale consapevole – afferma il ministro Prestigiacomo – è essenziale se vogliamo costruire oggi, e soprattutto per domani, un mondo migliore. Spetta alle istituzioni, alla scuola, alla famiglia il delicato compito di formare sin da ora i protagonisti della tutela del pianeta, con strumenti semplici e diretti che insegnino a difenderlo, valorizzarlo e amarlo”.
In tal senso saranno presentati due concorsi rivolti agli studenti: “Le cose cambiano se…”, destinato alle scuole dell’infanzia che raccoglierà in una pubblicazione le migliori proposte dei bambini (testi, manifesti, fotografie, disegni, ecc.) per tutelare l’ambiente; alle scuole primarie, e “Scuola, ambiente e legalità”, per gli istituti secondarie di I e II grado finalizzato alla realizzazione di una campagna di comunicazione su temi come il riciclo dei rifiuti, la lotta alle ecomafie e il consumo sostenibile. Gli elaborati vincitori verranno utilizzati per una campagna di comunicazione dei due ministeri nel 2010.