• Articolo , 18 giugno 2010
  • Spagna: 40 mln per tre Fondi Internazionali anti CO2

  • Fondi Interazionali per la riduzione delle emissioni di gas ad effetto serra che si concentreranno sulla diffusione di tecnologie low carbon soprattutto nei paesi in via di sviluppo. Ecco come verranno impiegati i 40 milioni di euro stanziati dalla Spagna

(Rinnovabili.it) – La Spagna ha informato che distribuirà circa 40 milioni di euro a tre fondi internazionali come impegno nella lotta all’aumento delle emissioni di CO2. In particolare si tratta del Fondo Spagnolo del Carbonio della Banca Mondiale, del Fondo Carbono de la Facilidad de Partenariado de Carbono della Banca Mondiale e dell’Iniziativa iberico-americana del carbonio della Corporación Andina de Fomento (CAF).
Entrando nel particolare il Carbon Fund spagnolo riceverà 15 milioni di euro per la creazione del Fondo Español de Carbono (FEC), attraverso il quale si intende procedere all’acquisto di 34 milioni di tonnellate di CO2 equivalente in progetti per l’ambiente, munendosi di tecnologie pulite per la crescita sostenibile da esportare nei paesi in via di sviluppo e nelle economie in fase di transizione. Verrà prestata particolare attenzione, secondo quanto annunciato, ai progetti per l’efficienza energetica e per lo sviluppo delle rinnovabili in America Latina, Nord Africa e Europa Orientale con un contributo totale, per la prima tappa spagnola del Carbon Fund gestito dalla Banca Mondiale, di 170 milioni di euro che dovranno essere elargiti prima del 2015.
Inoltre 17,5 milioni di euro sono stati stanziati per il Fondo Carbono de la Facilidad de Partenariado de Carbono della Banca Mondiale affinché si promuova la riduzione delle emissioni di gas a effetto serra a lungo termine attraverso programmi di investimenti nei paesi emergenti. In particolare, il Fondo di carbonio si concentrerà sull’acquisto di crediti di carbonio derivanti da tali programmi, volti a sviluppare il settore energetico, la gestione dei rifiuti e lo sviluppo rurale.
Infine, circa 7,2 milioni di euro andranno al CAF, con il quale è stato firmato un accordo già nel 2005 con l’impegno di fornire 47 milioni di euro fino al 2012 per l’acquisto di nove milioni di tonnellate equivalenti di CO2 attraverso progetti di efficienza energetica e incentrati sulle energie rinnovabili in America Latina.