• Articolo , 22 aprile 2011
  • Spagna, attivo il primo impianto CCS del paese

  • Attivo da sabato il primo impianto spagnolo di cattura e stoccaggio dell’anidride carbonica. Ospitato dal piccolo comune Cubillos del Sil rappresenta un mix di innovazione e tutela ambientale

(Rinnovabili.it) – La Spagna ha finalmente dato il via al suo primo impianto per la cattura e lo stoccaggio dell’anidride carbonica. “Questo primo avvio è stato ottenuto con gas naturale, preventivamente incendiato con carbone polverizzato” ha dichiarato Pedro Otero, direttore tecnico del progetto. Ma per ottenere questo risultato sono state affrontate numerose difficoltà, ha specificato ed è stato necessario dotarsi di importanti requisiti tra cui sistemi centralizzati di protezione anti-incendio, elettricità, refrigerazione e aria compressa.
La creazione di “CIUDEN”:http://www.ciuden.es/index.asp?pagina=empleo-concursos (la Città dell’energia) voluta nel 2006 dallo stesso governo, si è poi rivelata il principale strumento per lo sviluppo delle tecnologie CCS e del trasporto della CO2, è l’unico in Spagna dedito allo studio del trasporto della cattura e dello stoccaggio del carbonio e uno dei più importanti al mondo per lo studio della stabilizzazione della concentrazione di gas ad effetto serra nell’atmosfera.
Il centro, localizzato a Cubillos del Sil (El Bierzo), ha ottenuto un finanziamento di 128.400.000 euro e la sua unicità sta anche nel fatto che riesce ad interagire con diversi tipi di carbone incorporando due differenti tecnologie di combustione dell’ossigeno, il CP ovvero il _carbone polverizzato_ e la _combustione a letto fluido circolante_ (LFC), quest’ultima, unica al mondo.