• Articolo , 13 gennaio 2011
  • Spagna: gli imprenditori protestano contro i tagli al fotovoltaico

  • Prevista per oggi una riunione degli Imprenditori del settore fotovoltaico spagnolo, con lo scopo di protestare contro il nuovo decreto reale che taglierebbe i sussidi allontanando gli investitori dal mercato spagnolo.

(Rinnovabili.it) – Presso l’Università Politecnica di Valencia si terrà oggi un assemblea che riunirà gli imprenditori del settore fotovoltaico spagnolo, come già annunciato dall’Associazione Imprese Fotovoltaiche (AEF). Scopo dell’iniziativa mostrare l’opposizione dei player di settore alla proposta di regolamento del Governo spagnolo, che prevede tutta una serie di tagli, risultato del decreto reale 1565/2010, mettendo così in allarme gli investitori internazionali. Secondo un articolo pubblicato dal Financial Times:”Gli investitori istituzionali potrebbero essere pronti ad uscire in massa dai loro investimenti nel paese spagnolo, in vista della prossima adozione della controversa legge da parte del Governo di Madrid”. Nel dettaglio la normativa taglierebbe i sussidi a progetti già esistenti, oltre che ai nuovi progetti fotovoltaici, sensore del fatto che “qualsiasi taglio retroattivo dei tassi aumenterà la percezione del rischio normativo per le imprese regolamentate, per le banche e del debito sovrano”. A tal proposito gli imprenditori spagnoli chiedono di poter usufruire di investimenti sicuri a lungo termine come previsto dal precedente regolamento, 661/2007, che prevedeva un tasso fisso per l’intera produzione degli impianti solari nel corso del loro ciclo di vita, della durata di 28 anni e non 25, come previsto dal nuovo decreto.