• Articolo , 10 aprile 2007
  • Spagna: il solare termico farà boom

  • Il “Piano per le energie rinnovabili” prevede un forte incremento della potenza installata, fino a 3.430 MWth, pari a 4,9 milioni di metri quadrati di collettori solari

In Spagna si punta davvero in alto. Se il “Piano per le energie rinnovabili” riuscirà a centrare il suo obiettivo, entro il 2010 dovrebbe diventare operativa una potenza di 3430 MWth, pari a 4,9 milioni di metri quadrati di collettori solari. Per questo il governo spagnolo ha varato una nuova regolamentazione edilizia che impone l’uso obbligatorio, dal 30% al 70%, dell’energia solare termica per produrre acqua calda in tutti gli edifici di nuova costruzione e in quelli restaurati. Diretta conseguenza di questa manovra dovrebbe essere l’incremento, nei prossimi quattro anni, delle vendite di pannelli solari. Per raggiungere l’obiettivo bisognerà però raggiungere la quota di quattro milioni di metri quadrati.
Dopo una lenta crescita durata anni, nel 2004 si è registrato un incremento del 29% con installazioni per 63 MWth, nel 2005 con 74,8 MWth installati è salito di un ulteriore 19%, e infine lo scorso anno, secondo una stima dell’Asit (Associazione dell’Industria Solare Soagnola) la potenza installata è stata pari a 122,5 MWth. (fonte Ansa)