• Articolo , 11 aprile 2007
  • Spagna: obiettivo rinnovabili 100%

  • Nell’ambito della campagna “Rivoluzione Rinnovabile” presentato un report che dimostra la possibilità, per la penisola iberica, di avere un futuro energetico sostenibile. Per Greenpeace non ci sono più scuse, è arrivato il momento di raggiungerlo

La sezione spagnola di Greenpeace ha presentato una relazione dal titolo “Rinnovabili 100%. Un sistema elettrico rinnovabile per la Spagna peninsulare e la sua viabilità economica”, elaborato da un gruppo di esperti dell’Instituto di Ricerca Tecnologica della Università Pontificia Comillas. Il report dimostrerebbe che è possibile pianificare un sistema di generazione energetica basato su fonti rinnovabili al 100%, per coprire il fabbisogno elettrico e più in generale quello energetico, a un costo ragionevole.
Per poter realizzare questo progetto, Greenpeace chiede al Governo spagnolo di stabilire obiettivi in campo energetico a medio e largo raggio. La priorità è soprattutto quella di stabilire che l’utilizzo delle rinnovabili raggiunga il 50% entro il 2020 e il 100% entro il 2050.
“Stiamo dimostrando che la soluzione rinnovabile è fattibile, così non ci sono scuse per non iniziare una rivoluzione rinnovabile che la società sta aspettando”, ha dichiarato José Luis García Ortega, responsabile della campagna energetica di Greenpeace.
Questo report costituisce l’elemento centrale della campagna “Rivoluzione Rinnovabile”, con la quale Greenpeace si propone di mobilitare la società, e soprattutto i governi, per scongiurare quel cambio climatico pericoloso, prospettato proprio in questi giorni dallo studio dell’IPCC. (fonte Noticias.info)