• Articolo , 31 marzo 2011
  • Spagna, una filiera dei biocarburanti sosterrà gli obiettivi anti-CO2

  • A sostegno dello sviluppo della filiera nazionale dei biocarburanti da impiegare nell’aviazione il Governo ha apportato la firma all’accordo che garantirà il know how e i fondi necessari alle attività

(Rinnovabili.it) – Dal Governo spagnolo arriva la comunicazione dell’avvenuta firma di un accordo con Iberia ed Airbus per favorire la creazione di una filiera commerciale nazionale per lo sviluppo di biocarburanti sostenibili e rinnovabili da impiegare come combustibili nel settore legato al trasporto aereo.
La sigla, avvenuta a Madrid, sosterrà, promuoverà e svilupperà le iniziative necessarie al consolidamento della nuova filiera con l’esclusivo utilizzo di risorse sostenibili dalla produzione fino al consumo del biocarburante facendo attenzione anche all’analisi economica e tecnica dei processi. “L’utilizzo di biocarburanti da parte dell’industria del trasporto aereo spagnola e lo sviluppo di una ‘catena del valore’ spagnola permetterà al nostro paese di ridurre la propria dipendenza dai carburanti fossili, aumenterà la competitività delle nostre aziende riducendo i costi associati alle emissioni di CO2 e creerà valore e ricchezza per la nostra economia” ha dichiarato Isaías Táboas, Ministro dei Trasporti spagnolo. “Siamo convinti che il settore pubblico e quello privato lavoreranno insieme per lo sviluppo e l’implementazione di questa importante iniziativa”.
“I cambiamenti climatici pongono un’importante sfida al nostro settore. L’ambizioso traguardo di riduzione delle emissioni di CO2 che il settore del trasporto aereo si è posto può essere raggiunto solo se i biocarburanti diventano una realtà. Nell’ambito di questa iniziativa Iberia contribuisce la propria esperienza nelle operazioni di volo e nella manutenzione degli aeromobili, elementi fondamentali per portare a termine le sperimentazioni che renderanno questo obiettivo raggiungibile”, questo il commento di Suárez Antonio Vazquez, Chairman Iberia Airlines.
Grazie al contributo dell’Airbus sarà possibile avere a disposizione studi di fattibilità e analisi della sostenibilità nel percorso che sta portando l’aviazione verso l’utilizzo esclusivo di biocarburanti per raggiungere gli obiettivi antiemissioni fissati dal governo al 2020.