• Articolo , 18 novembre 2008
  • Spello: Assemblea Pubblica per spiegare il progetto dei pannelli fotovoltaici

  • L’Assessore Caroli ha dichiarato: “è un segno importante di come si può affrontare il problema ambientale rivolgendosi alle energie alternative” Area Vasta – 18/11/2008 09:33 Questa sera alle ore 21.00 nella Sala dell’Editto del Comune si svolgerà un’assemblea pubblica per la presentazione del Progetto Fotovoltaico. Saranno presenti tecnici della Valle umbra servizi e dell’Agenzia per […]

L’Assessore Caroli ha dichiarato: “è un segno importante di come si può affrontare il problema ambientale rivolgendosi alle energie alternative”
Area Vasta – 18/11/2008 09:33
Questa sera alle ore 21.00 nella Sala dell’Editto del Comune si svolgerà un’assemblea pubblica per la presentazione del Progetto Fotovoltaico.
Saranno presenti tecnici della Valle umbra servizi e dell’Agenzia per l’energia e l’ambiente della Provincia di Perugia che spiegheranno nei dettagli il bando e saranno a disposizione dei cittadini che vorranno essere informati degli aspetti tecnici, dei benefici e dei vantaggi dei pannelli fotovoltaici.
Lo scorso 15 novembre è uscito il bando per la richiesta dell’istallazione, che sarà possibile scaricare anche su internet al sito www.1000tettisolari.it, riservata a 38 famiglie di Spello che potranno avere pannelli fotovoltaici di potenza 3kwp.

Tra i requisiti richiesti, occorre avere un tetto con almeno 30 metri quadri di superficie disponibile che sia esposto al sole e che non sia vincolato dai vincoli ambientali, urbanistici ed architettonici.
Con un investimento di 560 euro tutto compreso, i beneficiari del bando potranno avere gratuitamente l’energia elettrica consumata mediamente da una famiglia di quattro o cinque persone per almeno 20 anni.
“Una cosa è certa – spiega l’assessore all’ambiente Omero Caroli – questo è un segno importante di come si può affrontare il problema ambientale rivolgendosi alle energie alternative. Quelle energie che non hanno impatto irreversibile sull’ambiente, che dovrebbero ulteriormente essere incentivate alle quali sempre più cittadini dovranno rivolgersi”.