• Articolo , 3 aprile 2008
  • Stanziati dal CIPE 12 miliardi per uno sviluppo sostenibile

  • Competitività, energia rinnovabile, risparmio energetico e bonifica delle aree industriali saranno i temi oggetto di una serie di programmi nazionali, finanziati attraverso il FAS

“Favorire la ricerca e la competitività delle imprese, la produzione di energia pulita, il risparmio energetico e la bonifica di aree industriali. Sono gli obiettivi più importanti di un pacchetto di programmi nazionali approvati oggi dal Cipe e finanziati con il FAS, il Fondo Aree Sottoutilizzate coordinato dal dipartimento per le politiche di sviluppo Mse”. A renderlo noto il Ministero dello Sviluppo Economico, dopo l’approvazione da parte del Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica, di 12 miliardi da destinare al Mezzogiorno e al Centro-Nord. Gli interventi dovranno essere specificati in una fase successiva della programmazione, ma intanto una nota del MSE spiega: “Ci sono tre programmi nazionali: Ricerca e competitività (6,6 miliardi al Sud, 576 milioni al Centro-nord); Competitività sistemi agricoli e rurali (725 milioni al Sud, 150 milioni al Centro-Nord); Governance (197 milioni al Sud, 46 al Centro-Nord)”. In più “un programma interregionale nel Mezzogiorno sulle energie rinnovabili e il risparmio energetico che vale 814 milioni e due progetti speciali: Recupero economico produttivo di siti industriali inquinati (2,5 miliardi al Sud, 450 milioni al Centro-Nord), Progetto Valle del Po (180 milioni)”.