• Articolo , 15 giugno 2011
  • Stato delle Foreste 2011, in Europa il 25% del patrimonio verde mondiale

  • Un patrimonio che ricopre il 45% della superficie dell’Europa e che conta 4 milioni di lavoratori, messa a dura prova dal cambiamento climatico e dall’assenza di una regolamentazione rigida

(Rinnovabili.it) – Il ruolo chiave per il raggiungimento degli obiettivi climatici e per la mitigazione della temperatura globale? E’ sicuramente delle foreste. Lo conferma un nuovo rapporto che dagli esperti mondiali è stato definito uno dei più completi mai realizzati, in cui viene dichiarato come il 25% del verde mondiale sia localizzato in Europa, in grado di assorbire il 10% delle emissioni mondiali annuali del continente.
Lo studio, annunciato nel corso del vertice dei ministri svoltosi a Oslo, la *Forest Europe conference*, durante la quale si è discusso circa l’importanza di redigere un accordo vincolante in fatto di politica forestale, ha sottolineato che, nonostante le politiche per ampliare la superficie boschiva mondiale il rischio di incendi e di malattie a carico della vegetazione sono in aumento determinate soprattutto dall’innalzamento della temperatura atmosferica.
“Stiamo beneficiando ora dalle decisioni sagge e coraggiose fatte in passato”, ha detto Kit Prins, ex capo del settore legname delle Nazioni Unite, presentando i risultati dello studio durante la conferenza. “Il rapporto *Lo Stato delle Foreste europee nel 2011* esamina le decisioni da prendere ora, sperando che le persone in futuro possano guardare indietro su queste decisioni in modo positivo”, ha osservato aggiungendo “Noi crediamo che lo studio fornisce le migliori informazioni sempre sulle foreste d’Europa”.
Sembra infatti che il verde europeo rappresenti il 45% della superficie del continente di cui l’80% all’interno della Federazione russa e dando lavoro a 4 milioni di persone che con il loro operato provvedono all’1% del PIL europeo.