• Articolo , 28 dicembre 2010
  • Stazioni fotovoltaiche lungo la linea ferroviaria della Val Venosta

  • Il trasporto su rotaia in provincia di Bolzano sceglie il fotovoltaico, rivestendo tetti e pensiline di 15 stazioni con moduli solari

(Rinnovabili.it) – Come rendere il trasporto su rotaia ancor più sostenibile? Magari seguendo l’esempio della STA – Strutture trasporto Alto Adige – che dall’anno scorso ha dato il via ad un’opera di solarizzazione delle pensiline e dei tetti delle proprie stazioni ferroviarie.
Il progetto è iniziato nel 2009 attraverso il rivestimento dell’intera copertura del Centro mobilità a Brunico con un impianto fotovoltaico da 22,45 kW di potenza. Ora, forte anche degli incentivi offerti dal Conto Energia, la società ha coinvolto tutte le 15 stazioni della linea della Val Venosta, lungo il tratto compreso tra Lagundo e Malles.
Secondo le prime stime, la STA prevede di produrre annualmente circa 285 MWh, pari a circa la metà dell’energia elettrica necessaria per la gestione della tratta ferroviaria nello stesso periodo di tempo. I primi impianti, realizzati nelle stazioni di Laces (da 9,46 kW di capacità) e Coldrano, sono già stati allacciati alla rete elettrica.
Particolarmente soddisfatto dell’iniziativa è l’assessore alla mobilità della Provincia di Bolzano, Thomas Widmann, che, attraverso una nota stampa, promette un’ulteriore incentivazione della produzione di energia rinnovabile nell’ambito del trasporto pubblico provinciale anche per l’anno 2011.