• Articolo , 13 settembre 2011
  • Stoccaggio energetico: la promessa della gelatina

  • Un nuovo polimero gelatinoso potrebbe costituire un nuovo e importante passo in avanti per il settore tecnologico delle batterie al litio

(Rinnovabili.it) – Un’elettronica più piccola, sicura e soprattutto più economica. La meta tecnologica a cui aspira il mondo dell’IT ha strade sempre più brevi. Ad accorciare il passo è anche il lavoro condotto dai ricercatori dell’Università di Leeds nell’ambito dello stoccaggio energetico. Gli scienziati britannici sono stati in grado di mettere a punto una batteria agli ioni di litio a base di un polimero gelatinoso che ne ha migliorato considerevolmente le prestazioni. La gelatina sostituisce l’elettrolita liquido volatile e pericoloso che attualmente è impiegato nella maggior parte delle batterie agli ioni. I dispositivi di nuova concezione dovrebbero impedire la _”deriva termica”,_ processo durante il quale le batterie possono raggiungere centinaia di gradi e prendere fuoco e che quindi mette indirettamente a rischio gadget elettronici e auto elettriche. Il segreto del loro successo risiede nella miscelazione di un polimero simile alla gomma con un elettrolita conduttore liquido in una sottile pellicola flessibile di gel posizionata tra gli elettrodi; ciò permette ai dispositivi di funzionare a temperature bassissime oltre a garantire una leggerezza strutturale non indifferente e prezzi del 10-20% più bassi di quelli presenti sul mercato.