• Articolo , 26 gennaio 2008
  • Stop al progetto del Parco eolico nelle Ebridi

  • In attesa che la decisione ufficiale sia resa pubblica, il Governo scozzese ha inviato una lettera ai progettisti del Parco eolico delle isole Ebridi annunciandone l’interruzione. A vincere sono state le ragioni degli ambientalisti – come ci informa il britannico The Indipendent – ed in primo luogo quelle della Royal Society per la Protezione degli […]

In attesa che la decisione ufficiale sia resa pubblica, il Governo scozzese ha inviato una lettera ai progettisti del Parco eolico delle isole Ebridi annunciandone l’interruzione. A vincere sono state le ragioni degli ambientalisti – come ci informa il britannico The Indipendent – ed in primo luogo quelle della Royal Society per la Protezione degli uccelli, secondo cui la zona in questione è un Area di protezione speciale. Il progetto prevedeva l’installazione di 181 turbine, ed il suo stop si presenta come una battuta d’arresto sia per il programma “energia pulita” della Gran Bretagna che per l’economia locale, portando ad una perdita di 500 posti di lavoro. Secondo gli ambientalisti, che hanno proposto un sito alternativo per la centrale eolica, se la decisione sarà confermata, sarebbe “un segnale fortissimo: non dobbiamo sacrificare le nostre risorse naturale per raggiungere gli obiettivi legati all’energia rinnovabile”.