• Articolo , 11 luglio 2007
  • Studio inglese: sovrastimato l’effetto del sole sul riscaldamento globale

  • Una recente analisi del laboratorio inglese guidato da Mike Lockwood afferma che l’Ipcc ha considerato eccessivamente l’effetto dell’attività solare sul riscaldamento globale

I risultati di una recente ricerca inglese, pubblicata sulla rivista “Proceedings of the Royal Academy A”, contrasterebbero il recente documento stilato dall’Ipcc, secondo cui l’attuale aumento delle temperature sarebbe dovuto per il 10% alla maggiore attività del Sole. La nuova ricerca smentirebbe questa convinzione, affermando che dopo aver fatto un’analisi dettagliata dei dati relativi all’attività solare negli ultimi 40 anni “il risultato è che tra il 1985 e il 1987 i fattori solari che potrebbero influire sul clima hanno iniziato a diminuire. Se fossero così importanti in questo momento la Terra si starebbe raffreddando”. Mike Lockwood, del Rutherford Appleton Laboratory che ha realizzato lo studio, ha dichiatato: “Abbiamo 20 anni di dati che vanno nella direzione sbagliata e non abbiamo visto nessun effetto sulla temperatura”. Secondo lo scienziato dunque, l’Ipcc avrebbe sovrastimato l’effetto del Sole sul riscaldamento globale. (fonte Ansa)