• Articolo , 7 luglio 2010
  • Svizzera: anche nel 2011 tassati i consumatori di energia tradizionale

  • Tassare ogni kWh di energia consumato, ma solo se prodotta da fonte fossile. La manovra elvetica va avanti dal 2009 e continuerà con l’obiettivo di stimolare il consumo e la produzione rinnovabile

(Rinnovabili.it) – Sono davvero numerosi i metodi utilizzati dai vari governi per spingere lo sviluppo e la diffusione dell’utilizzo delle fonti energetiche rinnovabili. Per questo i consumatori svizzeri anche nel 2011 pagheranno il supplemento di 0,33 centesimi di euro per chilowattora di energia _non ecologica_ utilizzata.
La manovra dell’Ufficio Federale dell’energia ha lo scopo di promuovere l’elettricità prodotta da fonte rinnovabile, posizione che risale al 1° gennaio 2009, anno dal quale è partita la tariffazione a danno delle fonti tradizionali come stimolo per il mercato delle eco-energie.
L’idea è di utilizzare la somma raccolta, che le stime quantificano in circa 192 milioni di euro, per il finanziamento, nell’anno successivo, tutte le misure previste dalla legge sull’energia. Il prezzo, che solitamente varia a seconda della domanda e della disponibilità di enrgia, rimane il medesimo rispetto all’anno in corso in quanto il numero di istallazioni previste e la produzione stimata sembra sarà inferiore rispetto a quanti hanno ottenuto le autorizzazioni e che inizieranno la produzione solo dal 2012.