• Articolo , 18 giugno 2009
  • Svizzera, cresce la fame di vento

  • Nasce dall’accordo tra Romande Energie e i Servizi elettrici della città di Zurigo il progetto per il più grande parco eolico del Paese, che a regime produrrà 160 GWh l’anno.

(Rinnovabili.it) – Quaranta turbine che produrranno 160 GWh annuali a fronte di un investimento di circa 240 milioni di franchi. Con questi numeri Romande Energie e i Servizi elettrici della città di Zurigo intendono realizzare per la fine del 2013 il parco eolico più grande della Svizzera. Il progetto prende vita proprio dall’accordo firmato in questi giorni dalle due società elettriche al fine di creare un consorzio, detenuto rispettivamente al 60% e al 40%, che si occuperà di seguire i lavori. Il parco interesserà due regioni del nord-ovest del paese e con la sua produzione sarà in grado di soddisfare i bisogni energetici di 45.000 abitazioni. Una mossa questa che segue di poco un’altra iniziata nel campo delle energie alternative: il Consigliere federale Moritz Leuenberger ha infatti, alla fine dello scorso mese, firmato a Berlino l’atto di adesione della Svizzera a IRENA, l’Agenzia internazionale per le energie rinnovabili istituita su iniziativa di Germania, Danimarca, Spagna e Austria, e alla quale hanno già aderito 83 Stati. Il contributo finanziario della Svizzera ammonterà a circa 800.000 franchi l’anno, nella convinzione che l’organizzazione possa svolgere à un ruolo di primo piano per lo sviluppo e l’incentivazione delle rinnovabili a livello internazionale, dando inoltre la possibilità alle industrie elvetiche di partecipare attivamente allo scambio di conoscenze e tecnologie e di operare sul promettente mercato internazionale delle energie verdi.