• Articolo , 17 marzo 2008
  • Svizzera: un 2009 all’insegna dell’energia verde

  • Il Consiglio Federale Svizzero ha approvato venerdì la revisione dell’ordinanza sull’energia (OEn) i cui contenuti sono stati divulgati oggi

Il 2009 segnerà in Svizzera la fine delle lampadine ad alto consumo energetico. È stata infatti approvata una revisione dell’ordinanza sull’energia che oltre a questo provvedimento si occupa di aprire il mercato elettrico ai grandi consumatori. L’ordinanza comprende un pacchetto di misure per promuovere le fonti rinnovabili e l’efficienza nel settore elettrico. “La colonna portante è rappresentata dalla remunerazione a copertura dei costi per l’immissione in rete di energia elettrica generata da fonti rinnovabili (idroelettrica fino a 10 MW, fotovoltaica, eolica, geotermia, biomassa e scarti di biomassa) – indica una nota odierna dell’Ufficio Federale dell’Energia (UFE) – Dal 1° gennaio 2009 si potrà riscuotere un supplemento fino a 0,6 centesimi per chilowattora sui costi di trasporto delle reti ad alta tensione. A partire da tale data sarà quindi disponibile ogni anno un importo massimo di 320 milioni di franchi”. I produttori di energia elettrica generata da fonti rinnovabili, qualora dovessero rinunciare alla nuova remunerazione per l’immissione in rete, potranno continuare a vendere sul libero mercato la loro energia verde. E ancora: “Le modifiche della OEn contengono inoltre disposizioni in merito allo svolgimento di gare pubbliche per misure di efficienza energetica, a provvedimenti nel settore degli edifici, a fideiussioni a titolo di garanzia contro i rischi per gli impianti geotermici, agli scaldacqua e alla contabilità ed etichettatura dell’elettricità.”