• Articolo , 14 ottobre 2010
  • Svolta green nella Grande Mela: car sharing per i dipendenti comunali

  • Guardando a quanto è stato fatto da altri sindaci americani, anche Michael Bloomberg, primo cittadino di New York, ha annunciato il via libera ad un esperimento pilota che metterà a disposizione di circa 300 dipendenti comunali un sistema di car sharing con veicoli ibridi

(Rinnovabili.it) – Sarà forse stato stanco di vedere arrivare i suoi dipendenti comunali in ritardo, snervati dal grande traffico e dall’inquinamento, e così anche il sindaco di New York Michael Bloomberg ha pensato di mettere a disposizione dei suoi impiegati municipali un sistema di car sharing. Un’iniziativa, quella di Bloomberg, che è arrivata dopo che molti suoi colleghi a capo di città come Portland, Washington, D.C., e Austin, avevano deciso di fornire ai lavoratori municipali un analogo sistema di trasporto più sostenibile e meno inquinante. Anche a New York, infatti, il sistema di car sharing che verrà utilizzato da 300 dipendenti comunali, come esperimento pilota, sarà composto da una flotta di 25 auto in maggioranza ibride fornite dal servizio cittadino Zipcars, le cui stazioni di carico/scarico saranno in alcuni garage nella zona nel cuore di Manhattan. Una mossa che è stata studiata non solo per ridurre l’inquinamento urbano e il numero di veicoli sulle strade ma anche per far risparmiare al Comune circa 500mila dollari.
“All’inizio di quest’anno – ha sottolineato il primo cittadino di New York – abbiamo annunciato un programma su vasta scala per rendere la gestione della nostra città più intelligente, efficiente e soprattutto più sostenibile sia a livello ambientale che fiscale. Un importante componente in quest’ottica – ha sottolineato Bloomberg – è guardare ai proprietari di auto. Un programma di car-sharing potrebbe contribuire a ridurre il numero di macchine che usiamo, tagliare i costi, e consentire il parcheggio gratis sulle nostre strade, oltre a ridurre la congestione del traffico e l’inquinamento nella nostra aria”.