• Articolo , 4 novembre 2009
  • System Photonics aiuta l’Abruzzo

  • SYSTEM Photonics, azienda del Gruppo SYSTEM, ha portato un aiuto concreto alle popolazioni colpite dal terremoto in Abruzzo, finanziando l’intera copertura fotovoltaica di un edificio che ospiterà un asilo nido nel comune di Pizzoli, costruito e messo a disposizione dalla Provincia di Varese. Unendosi al coro di istituzioni, enti e associazioni, anche l’azienda fioranese, ha […]

SYSTEM Photonics, azienda del Gruppo SYSTEM, ha portato un aiuto concreto alle popolazioni colpite dal terremoto in Abruzzo, finanziando l’intera copertura fotovoltaica di un edificio che ospiterà un asilo nido nel comune di Pizzoli, costruito e messo a disposizione dalla Provincia di Varese.
Unendosi al coro di istituzioni, enti e associazioni, anche l’azienda fioranese, ha dato il suo contributo per la ricostruzione, portando in Abruzzo la sua innovativa tecnologia, che consiste in un sistema fotovoltaico completamente integrato nell’architettura, grazie a moduli in ceramica che costituiscono il vero e proprio tetto e contengono direttamente le celle fotovoltaiche senza ricorrere a telai o frame di nessun tipo.
Sull’edificio in legno, a un piano, è stato installato un impianto di complessivi 3 kW per una copertura totale di 24 mq.
Il progetto è stato svolto grazie al contributo prezioso dell’azienda ALIAVIS, partner ideale nella fornitura e installazione delle più avanzate soluzioni per l’energia solare con particolare attenzione all’integrazione architettonica sia per uso commerciale e industriale che residenziale.
SYSTEM Photonics ha collaborato alla realizzazione dell’impianto con la fornitura delle tegole RTL-CS per posa a cascata, attingendo dalla prima delle sue collezioni: ROOF Collection, nata per sostituire o integrare le tradizionali coperture tramite un tetto capace di respirare e trasmettere energia senza compromessi tra estetica e funzionalità.
Le tegole fotovoltaiche fornite di dimensione 1000x750mm, potenza 85, 90 e 95W garantiscono la completa impermeabilizzazione verticale fino ad una pendenza di 3°. Facilmente installabili su orditure in legno, hanno reso agevole la posa della copertura che è stata impermeabilizzata grazie ad apposite canalizzazioni in rame per la raccolta delle acque meteoriche ed il loro scarico in gronda.
Tra un ampio spettro cromatico del backsheet, è stato scelto il colore antracite che ha reso la copertura facilmente integrabile con gli elementi di tamponamento dello stesso colore, dimensione e materiale.

Un lavoro di equipe, portato a termine in pochi giorni da tecnici specializzati, che ha visto la rimozione delle tegole precedenti già posate, la preparazione dei cablaggi, la predisposizione delle canalizzazioni per l’impermeabilizzazione, la posa del tetto e i collegamenti elettrici.

L’impianto sarà operativo a partire dall’inaugurazione dell’asilo nido che si terrà tra la fine di ottobre ed i primi giorni di novembre.