• Articolo , 24 gennaio 2008
  • Taglio del nastro per il fotovoltaico integrato più grande d’Italia

  • Si trova in Sardegna centrale il più grande impianto fotovoltaico integrato in un edificio. A partire da febbraio produrrà 450.000 kWh l’anno, coprendo il 25% delle esigenze di consumo dello stabilimento

E’ prevista per la fine di febbraio la messa in funzione dell’impianto fotovoltaico integrato nel tetto dello stabilimento della FOI, industria casearia della Sardegna centrale, associata della Confindustria nuorese. Fin qui nulla di nuovo, se non fosse che stiamo parlando del fotovoltaico integrato attualmente più grande della nazione. La sua installazione ha occupato 7.000 metri quadrati della superficie di copertura, per un costo complessivo di 2 milioni di Euro. “Lo stabilimento – commenta Lorenzo Sanna, direttore della FOI – ha utilizzato pannelli al silicio amorfo, ha una potenza di 316 kW di picco con una produzione di circa 450.000 kWh l’anno che soddisfano il 25% delle esigenze di consumo dello stabilimento”. “Un importante passo avanti verso le fonti rinnovabili” – spiega il vicepresidente della Confindustria nuorese, Roberto Cornioli, soprattutto per un territorio che è ancora in forte ritardo nella diffusione delle rinnovabili. “Per sostenere la diffusione del fotovoltaico e dell’innovazione degli impianti – continua Bornioli – Confindustria ha attivato a livello nazionale convenzioni con istituti di credito che mettono a disposizione circa 500 milioni di Euro, mentre in Sardegna sono stati emanati bandi regionali a sostegno del fotovoltaico per imprese ed enti pubblici che, seppure limitati, hanno consentito l’avvio di diversi progetti. Se a questo si somma il credito d’imposta e il contributo del 20% a fondo perduto, è evidente che ci troviamo di fronte ad un’importante occasione di responsabilità ambientale ma anche di opportunità economica”. (fonte Tribuna Economica)