• Articolo , 27 novembre 2008
  • Taranto: arriva l’energia del sole

  • Il primo impianto dovrebbe entrare in esercizio a febbraio, salvo complicazioni. E’ la nuova frontiera dell’energia, quella del fotovoltaico, per la quale importanti multinazionali stanno puntando i loro occhi sul territorio tarantino. Nei primi mesi del prossimo anno, infatti, dovrebbero essere completa-ti gli impianti che stanno costruendo a Lizzano Pangea Green Energy e 9Ren Group, […]

Il primo impianto dovrebbe entrare in esercizio a febbraio, salvo complicazioni. E’ la nuova frontiera dell’energia, quella del fotovoltaico, per la quale importanti multinazionali stanno puntando i loro occhi sul territorio tarantino. Nei primi mesi del prossimo anno, infatti, dovrebbero essere completa-ti gli impianti che stanno costruendo a Lizzano Pangea Green Energy e 9Ren Group, una joint venture che coinvolge anche gli spagnoli della Gamesa Solar. Il 21 novembre scorso è stato sottoscritto a Torino un accordo fra queste società che prevede un primo step di cinque impianti fotovoltaici in Puglia, per un investimento complessivo di 24 milioni di euro. Due sono gli impianti in fase di completa-mento a Lizzano, uno per una potenza di un megawatt e l’altro di 650 kilowatt. Un terzo impianto, da 1 Mw, sta per essere realizza- to a Maruggio. L’apertura del cantiere è prevista per dicembre, poi ci vorranno sei mesi per la costruzione. Complessivamente l’investimento su Taranto ammonta a circa 11 milioni di euro. L’energia prodotta sarà poi immessa in rete. Per i territori che ospitano gli impianti non ci saranno però vantaggi energetici. Le ricadute sono limitate ai lavori di costruzione. «Circa il 20% delle opere di montaggio e delle forniture sono a cura di imprese locali», spiega a TarantoSera l’ingegner Stefano Granella, gene- ral manager business de-velopment della 9Ren Group. Non sono previste royalties, ma indennizzi e diritti ai proprietari dei terreni.