• Articolo , 13 luglio 2009
  • Team brasiliano in Mozambico per la Ricerca sul biofuel

  • Trasferimento di know-how tra l’Università di San Paulo e l’Istituto Superiore della Scienza e della Tecnologia di Mozambico nel campo della bioenergia e della produzione di energia elettrica da rifiuti organici

(Rinnovabili.it) – Il Brasile allarga i suoi orizzonti in materia di biocarburanti ed è pronto ad attraversare l’Oceano Atlantico in nome della Ricerca. Secondo quanto riferisce un’agenzia di stampa, un team di ricercatori di San Paulo si è recato questa mattina a Maputo, capitale del Mozambico, con l’obiettivo di valutare le possibilità di sviluppo del settore dei combustibili biologici e dai rifiuti nel paese africano.
La visita degli specialisti segue di poco la firma di un memorandum d’intesa tra l’Università di San Paulo e l’Istituto Superiore della Scienza e della Tecnologia di Mozambico (ISCTEM), nell’ambito del programma “Pròafrica” finanziato dal governo brasiliano. Si tratta del primo passo di un progetto ad ampio espiro nel settore della ricerca che coinvolgerà gli scienziati di entrambe le parti su aree quali le agroenergie, l’etanolo, il biodiesel e la produzione di energia elettrica a partire dai rifiuti organici.
Il Brasile, player importante nel campo dei biofuel, assicurerà il trasferimento del know-how tecnologico cosicché gli esperti africani siano in grado di proporre politiche e programmi per lo sviluppo del biodiesel all’interno dell’economia Mozambica.