• Articolo , 2 settembre 2010
  • Teleriscaldamento svizzero, grazie ai sussidi 46 nuovi impianti

  • Il denaro stanziato dal governo federale nel 2009 ha fruttato il completamento e la realizzazione di 46 impianti di teleriscaldamento dislocati sul territorio elvetico alimentati con fonti energetiche rinnovabili

(Rinnovabili.it) – Stanziati nel dicembre 2009, i 55 milioni di franchi svizzeri concessi dal governo federale al settore energetico stanno dando i loro frutti mediante il sostegno alla realizzazione di 46 reti di teleriscaldamento alimentate con fonti rinnovabili e pompe di calore dislocate su tutto il territorio svizzero. Grazie a tali istallazioni il bilancio prevede un risparmio in termini di anidride carbonica che si aggira intorno alle 86mila tonnellate.
Con la possibilità di ottenere un contributo statale pari al 30% del valore del progetto, per un massimo di 5 milioni di franchi, numerose reti incomplete sono state portate a termine, con una crescita notevole delle domande di sussidi a poche settimane dall’apertura del programma. In questo modo nel 2009 è stato possibile portare avanti dapprima 22 progetti usufruendo di 30 milioni, grazie ai quali verranno presto prodotti 174 milioni di chilowattora l’anno per il fabbisogno di circa 8000 abitazioni mentre; in un secondo momento, al fine di dare spazio a tutte le domande presentate, altri 24 progetti hanno avuto la possibilità di essere portati avanti con la previsione di fornire, una volta funzionanti, ulteriori 150 milioni di chilowattora di energia termica da fonti rinnovabili a dimostrazione dell’enorme potenziale che il teleriscaldamento rappresenta.