• Articolo , 19 febbraio 2008
  • Televisori: 22 miliardi per un risparmio del 40%

  • Sony parte con il suo programma di schermi a led, con un grande investimento e l’obiettivo di vendere televisori che faranno risparmiare il 40% di elettricità

La Sony investirà ben 22 miliardi di yen (138 milioni di euro) per sviluppare la tecnologia per schermi medi e grandi equipaggiati con diodi luminosi, i cosiddetti Oled. Il primo televisore al mondo Oled lo ha gia lanciato a novembre (prezzo 200.000 yen, circa 1.258 euro).
Il vantaggio degli schermi Oled deriva dal fatto che sono impiegati componenti organici, a base di carbone, che producono la luce con l’utilizzo dell’elettricità. Contrariamente ai display a cristalli liquidi, qui non occorre controluce, e così posono essere più sottili ed più efficienti dal punto di vista energetico.
Infatti lo spessore è di soli 3 mm, e il televisore alla fine assorbe il 40% di elettricità in meno rispetto ad un modello a lcd, è migliore per osservare immagini veloci come i programmi sportivi, grazie alla sua di risposta immediata, offre colori più luminosi e un più ampio angolo di visuale.
La difficoltà tecnologica da superare riguarda la realizzazione di schermi Oled di grandi dimensioni. Finora, Sony ne ha prodotto da 11 pollici, (grande come due custodie di cd affiancate). Dopo l’annuncio, le azioni Sony hanno oggi fatto segnare un +2,2%.