• Articolo , 26 luglio 2010
  • Terna: il primo semestre del 2010 è tutto in positivo

  • Il primo semestre del 2010 ha fatto registrare aumenti nella produzione di energia, negli investimenti del settore e una sostanziale diminuzione delle emissioni nocive legate al comparto. Lo rivela l’AD di Terna, Flavio Cattaneo

(Rinnovabili.it) – L’AD di “Terna”:http://www.terna.it/, Flavio Cattaneo, ha diffuso oggi i positivi dati relativi alla produzione di energia del primo semestre dell’anno in corso: “Stimiamo un 2010 superiore alle attese. Buone regole fanno bene alle bollette degli italiani: grazie all’efficientamento dei servizi di dispacciamento, il sistema elettrico ha risparmiato nei primi sei mesi dell’anno una cifra 15 volte superiore rispetto all’incentivo di 38,5 milioni di euro per Terna. Continua, inoltre, l’accelerazione degli investimenti per lo sviluppo della rete. Serve, tuttavia, uno sforzo da parte di tutti, istituzioni centrali e locali, per accelerare ulteriormente i processi autorizzativi”. “L’aumento del target del progetto Suntergrid a 150 MWp è una strada percorribile tra il 2010 e l’inizio del 2011”, ha dichiarato Cattaneo sottolineato quanto l’aumento dell’efficienza del sistema abbia reso possibile l’aumento degli investimenti.
In metà anno si è potuta contare la conclusione di ben 7 iter autorizzativi, 4 dei quali previsti dal piano di Sviluppo con la realizzazione anche dell’ultimo tratto del nuovo elettrodotto _Sorgente-Rizziconi_ tra Calabria e Sicilia per cui sono stati investiti complessivamente 700 milioni di euro e che consentirà la demolizione di 179 km di vecchie linee elettriche risparmiando 670 mila di tonnellate annue di CO2.
“Sulla base dei risultati conseguiti nel primo semestre e delle attuali previsioni sull’andamento della gestione dei prossimi mesi, si ritiene che anche nel secondo semestre il Gruppo Terna raggiungerà risultati positivi – si legge in una nota della società – . Con riferimento al fabbisogno di energia si prevede un sostanziale mantenimento dei segnali di ripresa rispetto al 2009. L’evoluzione dei ricavi è stimata in crescita grazie al contributo degli incentivi di competenza del secondo semestre che ci si attende di conseguire sul mercato dei servizi di dispacciamento. Nel secondo semestre è prevista un’ evoluzione del margine operativo lordo in linea con quanto registrato nel primo semestre. Con riferimento all’andamento del costo del debito si prevede un incremento degli oneri finanziari netti nella seconda metà dell’anno per via del maggior indebitamento netto. Si conferma anche per il secondo semestre un’intensa attività di investimento sia per lo sviluppo della rete che per il progetto fotovoltaico”.