• Articolo , 16 novembre 2009
  • Thin Film: una tecnologia chiave per l’obiettivo UE al 2020

  • L’industria a film sottile è più che mai pronta a contribuire al raggiungimento dell’obiettivo del 12% fissato dall’EPIA nel suo recente studio SET for 2020. Ciò è stato confermato dai 260 partecipanti al secondo Thin Film International Conference

(Rinnovabili.it) – L’EPIA, European Photovoltaic Industry Association, ha recentemente pubblicato lo studio SET for 2020 dimostrando come il fotovoltaico potrebbe divenire in Europa un concorrente importante alle fonti di alimentazione tradizionali entro il 2020.
Lo scenario più avanzato, il Paradigm Shift Scenario, fissa l’obiettivo del 12 per cento della domanda di energia elettrica europea fornita dalla fonte solare nel suddetto arco temporale. In questo contesto, la conferenza, svoltasi in questi giorni a Monaco di Baviera, nella sua seconda edizione, ha messo a fuoco le modalità con cui le varie parti interessate nel settore del film sottile affronteranno le sfide future e le opportunità, al fine di corrispondere alla forte domanda prevista.
“Entro il 2020 si prevede che la tecnologia a film sottile rappresenti circa un terzo del totale del mercato fotovoltaico: ciò costituisce una sfida, ma allo stesso tempo rappresenta una grande opportunità per l’industria fotovoltaica intera e dei settori connessi”, ha detto Adel El Gammal, Segretario Generale dell’EPIA. Nel contesto economico attuale garantire finanziamenti è assolutamente critico dal momento che gli investimenti devono essere effettuati ora per aumentare la competitività del settore. Abbattere i costi, aumentando l’efficienza e la durata dei sistemi fotovoltaici e portare su scala la produzione di massa sono elementi essenziali per ridurre i prezzi e portare la tecnologia del fotovoltaico a piena competitività con le fonti di energia convenzionali. I produttori presenti all’evento hanno ricordato la loro disponibilità a raggiungere il Paradigm Shift Scenario, a conferma che i fondamentali restano eccellenti.
“L’Industria fotovoltaica ha dimostrato oggi che la tecnologia e la capacità di produzione di massa sono pronti a fare del fotovoltaico una fonte sicura, però dobbiamo fare in modo che il mercato e le condizioni giuridiche siano appropriate per garantire un mercato sostenibile nei prossimi anni “, ha concluso Bernhard Dimmler, amministratore delegato di Würth Solar e Presidente della conferenza.