• Articolo , 30 novembre 2007
  • Torino: auto ecologiche in ospedale

  • Un parco macchine completamente ecologico: è quello che ha fatto l’Asl 1, che in perfetta sintonia con le disposizioni comunali in materia di riduzione dell’inquinamento ambientale, ha sostituito l’intero parco auto con vetture ecologiche, risparmiando inoltre circa 100 mila euro annui. “Le aziende sanitarie come la nostra – spiega il direttore generale Ferruccio Massa – […]

Un parco macchine completamente ecologico: è quello che ha fatto l’Asl 1, che in perfetta sintonia con le disposizioni comunali in materia di riduzione dell’inquinamento ambientale, ha sostituito l’intero parco auto con vetture ecologiche, risparmiando inoltre circa 100 mila euro annui.
“Le aziende sanitarie come la nostra – spiega il direttore generale Ferruccio Massa – fanno uso di molti mezzi per il trasporto del personale infermieristico e dei prodotti sanitari e infermieristici. In un’ottica di riduzione delle emissioni provocate dai veicoli in circolazione, abbiamo ritenuto, come azienda pubblica, di dover dare il buon esempio, adeguandoci subito nuova normativa e contribuendo a far diminuire l’inquinamento provocato dalle nostre vetture. Abbiamo, quindi, optato per una scelta diversa rispetto al passato: alienare i vecchi mezzi ‘euro 1 e 2′ e noleggiare a lungo termine nuove autovetture e furgoncini ecologici ‘euro 4′”.
Si tratta di un’operazione commerciale all’avanguardia, perché ha consentito all’Azienda, nella sostituzione dell’intero parco macchine, anche di risparmiare molte migliaia di euro all’anno. Grazie al noleggio, infatti, sono stati abbattuti tutti i costi di manutenzione ordinaria e straordinaria, come le riparazioni, l’assicurazione i bolli, che così sono invece a carico del noleggiatore. E non solo. Le precedenti vetture di proprietà dell’Asl 1 erano più di ottanta, erano vecchie e logorate dall’uso e dal tempo e sono state sostituite con Fiat Panda tutte rigorosamente bianche, in numero inferiore. “Oltre a inquinare meno, quindi – prosegue Massa -, sono anche più sicure e garantiscono una mobilità più efficace. Sulla base di tali premesse, quanto prima provvederò a estendere il processo di svecchiamento anche al parco auto dell’Asl 2 che gravita attorno all’ospedale Martini”