• Articolo , 16 maggio 2011
  • Torna il Festival “Quanto basta”

  • “Quanto Basta” Festival dell’economia ecologica giunge alla sua seconda edizione (Piombino / 25-28 maggio 2011). Dopo il successo di critica e i consensi raccolti l’anno passato, torna l’appuntamento dedicato ad una nuova economia basata sulla sosteniblità economica e ecologica. Piombino per quattro giorni si trasformerà in una città dell’ecostenibilità e della discussione sulle politiche alla […]

“Quanto Basta” Festival dell’economia ecologica giunge alla sua seconda edizione (Piombino / 25-28 maggio 2011). Dopo il successo di critica e i consensi raccolti l’anno passato, torna l’appuntamento dedicato ad una nuova economia basata sulla sosteniblità economica e ecologica.

Piombino per quattro giorni si trasformerà in una città dell’ecostenibilità e della discussione sulle politiche alla base delle scelte economiche globali attraverso attraverso mostre, convegni, workshop, incontri, dibattiti e spettacoli che animeranno i luoghi simbolo della città. Il Castello, il porto, le piazze e le strade diventeranno laboratori aperti per un futuro sostenibile.

«Sono contenta di dare il benvenuto alla seconda edizione del Festival “Quanto Basta”, che dimostra il successo ottenuto l’anno scorso” – ha commenato l’assessore regionale all’ambiente e all’energia Anna Rita Bramerini presentando l’iniziativa – Manifestazioni come queste servono a sensibilizzare sia addetti ai lavori che opinione pubblica sulla necessità di un legame sempre più stretto tra ambiente, economia e nuovi posti di lavoro. Infatti, visti i numeri che la crisi registra anche qui da noi, dobbiamo impegnarci tutti per favorire la crescita di nuova e qualificata occupazione anche nella nostra regione.

Faccio dunque un doppio augurio all’edizione 2011 che si aprirà tra pochi giorni: che ottenga il successo dello scorso anno, e anche di più. E che questo contribuisca a renderci più consapevoli che ambiente e energia rappresentano la frontiera per un rilancio economico della Toscana”.

Attesissimo ospite dell Festival Amartya Sen, Premio Nobel per l’Economia nel 1998 e Lamont University Professor presso la Harvard University, celebre per il suo contributo intellettuale alla definizione di una nuova “teoria del benessere”.

Gli incontri e i dibattiti culturali saranno concentrati presso il Castello: ogni giorno, studiosi e personaggi di spicco del mondo economico e culturale tratteranno e approfondiranno un tema specifico di dicussione: economia ecologica, comunicazione, sviluppo urbano, futuro sostenibile. Sui temi dell’economia e della comunicazione saranno anche le due imperdibili lezioni magistrali tenute da Amartya Sen e Annamaria Testa, in programma il 25 e 26 maggio. Nella parte bassa della città, invece, al Rivellino, si concentrerà il dialogo sui problemi concreti e di interesse comune che coinvolgono le istituzioni nazionali su trasporti,rifiuti, bonifiche regionali, etc.

Spazio anche alle iniziative culturali e di intrattenimento. Ancora il Rivellino, tutte le sere, sarà palcoscenico per una speciale rassegna di “cinema ambientale”: i film che verranno proiettati sono “Lettere dal Sahara” di Vittorio De Seta (2004), “La fabbrica dei tedeschi” di Mimmo Calopresti (2008) e “Terra Madre” di Ermanno Olmi. In centro, verrà predisposta un’area espositiva dedicata alle aziende toscane che si sono distinte per politiche e scelte ecoefficienti.

Non mancherà lo spazio dedicato ai bambini: in Piazza della Costituzione, giochi, incontri, dibattiti intratterranno i più piccoli, insegnando a divertirsi “come una volta” nel rispetto dell’ambiente e della natura. Quanto Basta dedica loro labortori ludico-didattici organizzati dall’azienda di servizi di igiene urbana ASIU, che hanno l’intento di divertire i bambini facendo maturare in loro la consapevolezza che tutto ciò che viene utilizzato può essere impiegato anche con nuove finalità prima di trasformarsi in rifiuto.