• Articolo , 13 luglio 2007
  • Toscana: rinnovabili in primo piano

  • Prosegue il cammino della regione Toscana verso la sostenibilità. Conto energia regionale, diffusione del solare a concentrazione, sportelli informativi sulle tematiche energetiche sono solo alcune delle iniziative in programma

È stato presentato ieri, nel corso di un convegno sulla liberalizzazione del mercato elettrico, il Piano di Indirizzo Energetico Regionale. Il programma persegue il fondamentale obiettivo, già anticipato dal Piano Regionale di Azione Ambientale e dal Piano Regionale di Sviluppo, di raggiungere entro il 2012 il 50% del fabbisogno energetico da fonti rinnovabili. Numerose le azioni previste: si va dall’installazione di coperture fotovoltaiche sui capannoni industriali, all’obbligo, per ogni Comune, di produrre almeno un megawatt da fotovoltaico. Inoltre, ha dichiarato l’Assessore Regionale all’Ambiente, Marino Artusa: “Stiamo pensando ad un conto energia regionale, per il quale è però necessario che si attivi il sistema finanziario della nostra regione, dalle fondazioni alle banche. La Toscana si candida anche a divenire sede di almeno uno dei dieci progetti proposti dal Ministero dell’ambiente per realizzare il piano Archimede di energia solare del fisico Carlo Rubbia”. Artusa ha infine dichiarato “Stiamo lavorando per ora in collaborazione con i sindacati, ma in futuro con altri soggetti come le associazioni ambientaliste, ad un progetto di sportelli ambientali diffusi sul territorio, in cui gli operatori da noi formati forniscano ai cittadini tutte le delucidazioni necessarie per l’installazione di impianti rinnovabili e siano anche in grado di seguirli nella fase di realizzazione”. (fonte HelpConsumatori.it)