• Articolo , 13 maggio 2010
  • Turismo sostenibile, per le Nazioni Unite un’impresa mondiale

  • Il settore rappresenta circa il 5% del PIL mondiale e oltre il 10% degli investimenti annuali a livello globale. Ecco perché il turismo può accelerare la transizione del pianeta verso una Green Economy a carattere internazionale

(Rinnovabili.it) – Progetto ambizioso quello lanciato in seno al Programma Ambientale delle Nazioni Unite (Unep). Rendere il turismo mondiale ecologicamente, socialmente ed economicamente sostenibile è, infatti, l’obiettivo della nuova *Global Partnership for Sustainable Tourism* presentata ieri a New York. Il partenariato sarà guidato inizialmente dal governo francese, e, come spiega Achim Steiner, “punterà in alto”. “L’obiettivo è quello di trasformare la modalità turistica in tutto il mondo ricercando e replicando le politiche, i progetti e gli investimenti sostenibili di successo”, ha dichiarato il direttore esecutivo dell’UNEP. “Gli impatti del turismo mal gestito possono essere profondi, in alcuni casi anche dannosi determinando la distruzione delle attrazioni naturali e culturali”.
“Tuttavia, esistono anche diversi impatti positivi potenziali. Imprese del settore ben gestite possono svolgere un ruolo chiave nell’assistenza ai paesi verso una Green Economy a basse emissioni di carbonio e ad alta efficienza di risorse. In questo modo possiamo fornire non solo significativi benefici ambientali, ma anche sociali ed economici”, ha aggiunto Steiner.
Il partenariato presentato alla riunione della Commissione per lo sviluppo sostenibile a New York, è stato progettato per individuare e diffondere iniziative di successo e renderle applicabili altrove. Gli sforzi si baseranno sul lavoro di una task force internazionale, con un incarico triennale, che ha sviluppato una serie di raccomandazioni politiche per guidare governi, manager, istituti finanziari e aziende del settore verso nuovi modelli di business, e ha redatto i _Global Sustainable Tourism Criteria_, linee guida globali per le imprese turistiche provenienti da oltre 4.500 best practies già realizzate.