• Articolo , 11 maggio 2010
  • Tutela ambientale e smaltimento rifiuti: Zingaretti in Israele per conoscere le tecnologie più avanzate

  • Studiare le più innovative infrastrutture per l’ambiente e le tecnologie più evolute per lo smaltimento dei rifiuti ed il riciclaggio. Questo è il senso del viaggio a Tel Aviv, in Israele, della delegazione della Provincia di Roma guidata dal presidente Nicola Zingaretti. Lunedì il gruppo, accompagnato da Vittorio Pavoncello, presidente della Federazione Italiana Maccabi, ha […]

Studiare le più innovative infrastrutture per l’ambiente e le tecnologie più evolute per lo smaltimento dei rifiuti ed il riciclaggio. Questo è il senso del viaggio a Tel Aviv, in Israele, della delegazione della Provincia di Roma guidata dal presidente Nicola Zingaretti.
Lunedì il gruppo, accompagnato da Vittorio Pavoncello, presidente della Federazione Italiana Maccabi, ha prima visitato l’Arrow Ecology, una società per il trattamento dei rifiuti solidi urbani che utilizza il sistema idromeccanico per la separazione e la preparazione dei materiali, poi è stata la volta di Miya, un’azienda per il monitoraggio dell’ efficienza dell’ acqua urbana.
Infine la Zenith Solar, che fabbrica pannelli fotovoltaici da terra in grado di produrre contemporaneamente energia termica ed elettrica. La Zenith, con meno di 30 pannelli solari, mantiene un kibbutz di oltre 1100 persone.

Ha affermato il presidente Zingaretti: “Vogliamo fare un esperimento in provincia di Roma: far diventare un piccolo Comune totalmente autosufficiente dal punto di vista delle energie rinnovabili come questo kibbutz. La green economy è sottoposta a una continua innovazione. Per questo oggi abbiamo voluto incontrare queste aziende tra le più importanti nel settore. Dobbiamo sempre tenerci aggiornati per capire come poter mutuare anche in Italia esperienze straordinarie”.

La Provincia di Roma ha investito per lo sviluppo sostenibile oltre 500 milioni di euro attraverso il piano ‘Provincia di Kyoto’.

“Abbiamo scelto di percorrere questa strada – ha aggiunto Zingaretti – e questo viaggio rappresenta una tappa fondamentale per ampliare il nostro bagaglio culturale e nel contempo per stringere nuovi rapporti con quelle aziende che in Israele lavorano con passione e che hanno raggiunto nel mondo risultati di assoluto riguardo”.