• Articolo , 18 giugno 2008
  • UE-15 a buon punto per raggiungere il traguardo del Protocollo Kyoto

  • Compilato l’inventario europeo delle emissioni effetto serra 2006: Dimas plaude gli ulteriori progressi dimostrati dai Paesi membri sulla riduzione delle emissioni di gas serra

“Le recenti riduzioni delle emissioni nell’UE-15 sono incoraggianti. Rimane comunque indispensabile attuare quanto prima e integralmente le politiche e le misure adottate o programmate. Gli Stati membri devono continuare ad intensificare gli sforzi per limitare o ridurre le emissioni”. E’ quanto ha dichiarato il Commissario europeo per l’ambiente, Stavros Dimas, esprimendo il suo compiacimento per i progressi compiuti da molti Stati membri nella riduzione delle emissioni di gas serra. L’inventario delle emissioni compilato dall’Agenzia europea dell’ambiente per il 2006 (l’ultimo anno per il quale sono disponibili dati completi) ha, infatti, indicato un calo dello 0,8% delle emissioni nell’UE-15 rispetto al 2005 e del 2,7% rispetto l’anno di riferimento, che nella maggior parte dei casi è il 1990. L’Europa dei 15 sarebbe quindi a buon punto per raggiungere il traguardo del Protocollo di Kyoto, che consiste nel mantenere mediamente le emissioni, nel periodo 2008-2012, ad un livello di almeno l’8% inferiore a quello dell’anno di riferimento. Nello stesso periodo al calo dello 0,8% si contrappone un incremento del 2,8% del PIL, chiaro segno che l’UE è riuscita a scindere ulteriormente il fattore emissioni dalla crescita economica. I dati del 2006 confermano una costante riduzione per i gas serra a carico dell’agricoltura e del settore dei rifiuti. Stabili le emissioni dell’industria energetica ed in leggera flessione quelle delle industrie manifatturiere. A destare preoccupazione è invece il settore dei trasporti, dove i livelli sono aumentati in modo lineare. I valori nel dettaglio possono essere visionati all’indirizzo http://www.eea.europa.eu/highlights