• Articolo , 28 settembre 2009
  • UE: a pieno ritmo con l’agenda ambientale

  • Giorni di forte impegno per il Consiglio Europeo che punta a concretizzare ulteriori compromessi per le questioni ambientali

(Rinnovabili.it) – Nuovi obiettivi in vista di Copenhagen per l’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa.
Gli incontri, concatenati l’uno all’altro, non danno tregua alle tematiche rivolte alle questioni ambientali, nel pieno centro delle trattative della Comunità.
A cominciare da oggi, si vedranno riuniti tutti i membri del Consiglio Europeo per confermare nuovi obiettivi e sfide maggiori, lungo la via della trattativa per il Climate Change:

* _Martedì 29 settembre_ alla riunione presieduta da Rajendra Pachauri, presidente dell’ International Panel on Climate Change (IPCC), faranno da sfondo la proiezione del film “Age of Stupid” e del documentario “The 11th hour”. Focus sulla possibilità possedute dall’arte del cinema nel trasmettere un diverso modo di osservare il mondo, che è quello filtrato dall’occhio sensibile di chi crede nel rispetto ambientale. Inoltre, ci saranno spunti per dibattere sugli spazi necessari alla “green economy” di diventare una conferma importante sia in Europa che negli Stati Uniti.

* _Mercoledì 30 settembre_ l’Assemblea voterà un documento fondamentale in cui si chiederà alla totalità dei 47 Stati membri dell’Unione di formulare nuovi accordi, presentati poi al vaglio della Convenzione europea per i diritti dell’uomo (CEDU), la tutela dei diritti dei cittadini europei, per il loro stato di salute e per quello dell’ambiente in cui vivono.

* _Venerdì 2 ottobre_ ‘Acqua: una sfida strategica per il Mediterraneo’ e ‘Verso un nuovo governo degli oceani’ saranno i temi conduttori del dibattito, che avrà dapprima il compito di far riflettere sulle condizioni del Mediterraneo, per poi passare a soluzioni decisive di salvaguardia degli oceani e
di tutti quei bacini che in generale sono pesantemente soggetti all’innalzamento del livello delle acque.