• Articolo , 19 maggio 2009
  • UE: arriva il “call for” per progetti energetici da 4 mld

  • Dopo l’adozione da parte dell’Europarlamento del Regolamento sulla destinazione dei fondi riservati ai progetti energetici, nell’ambito del Piano di ripresa economica, tocca ora all’organo esecutivo UE

(Rinnovabili.it) – La Commissione europea ha lanciato ieri l’invito a presentare le proposte riguardanti i progetti chiave in materia d’infrastrutture energetiche. Come già reso noto, saranno messi a disposizione quasi 4 miliardi di euro da indirizzare sulle interconnessioni energetiche, progetti eolici off-shore ed impianti per la cattura e lo stoccaggio di carbonio nel quadro della realizzazione dell’EEPR.
L’annuncio arriva dal Commissario per l’Energia, Andris Piebalgs, fortemente convinto che il finanziamento messo a disposizione svolgerà un ruolo importante quello di garantire e accelerare gli investimenti nel settore energetico. “Inoltre, – spiega il Commissario UE – i fondi destinati ai progetti avranno un impatto diretto sull’economia europea e per l’occupazione”. Le domande dovranno essere presentate entro il 15 luglio 2009, nella convinzione da parte della Commissione di iniziare a firmare i primi accordi già entro la fine dell’anno.
“Tutto ciò contribuirà anche a migliorare la sicurezza degli approvvigionamenti dei gruppi più vulnerabili degli Stati membri. La crisi del gas, all’inizio di quest’anno ha dimostrato la fragilità europea per ciò che concerne i rifornimenti”. “Inoltre – conclude Piebalgs – tale finanziamento aiuterà ad accelerare l’attuazione degli obiettivi 20-20-20 per il 2020, attraverso la promozione per la prima volta su grande scala dello sviluppo delle tecnologie di CCS (Carbon Capture and Storage) e l’implementazione di turbine ad alta potenza”.