• Articolo , 26 luglio 2007
  • Ue: cittadini favorevoli ad una mobilità più sostenibile

  • Dall’indagine emerge che la maggior parte dei cittadini dell’Ue è consapevole degli effetti ambientali del traffico urbano e si è dichiarata favorevole a misure per incoraggiare il trasporto pubblico

Gli europei vogliono una mobilità più sostenibile. È quanto emerge da una recente indagine di opinione dell’Eurobarometro, condotta su 27 Stati membri in merito a questioni relative alla politica dei trasporti dell’Ue, tra cui il trasporto urbano, i temi ambientali, il traffico, la sicurezza aerea e i diritti dei passeggeri aerei. In particolare, il sondaggio ha messo in evidenza come la maggior parte dei cittadini dell’Ue sia favorevole a misure per incoraggiare una mobilità più sostenibile e per promuovere l’utilizzo dei mezzi pubblici, nonostante l’51% utilizzi ancora principalmente l’auto privata. Il 78% degli intervistati si è comunque dichiarato consapevole degli impatti ambientali del traffico e favorevole a misure per ridurne l’inquinamento, come la vendita di mezzi meno inquinanti o a minor consumo di carburante. Molti hanno già adottato misure per ridurre il consumo di combustibile o le emissioni di anidride carbonica, come il cambiamento dello stile di guida e un utilizzo maggiore dei trasporti pubblici e degli spostamenti a piedi. “L’indagine di opinione dimostra chiaramente che la mobilità è un elemento essenziale nella vita dei cittadini UE, che chiedono un sistema di trasporti affidabile e di elevata qualità”, ha dichiarato Jacques Barrot, vicepresidente della Commissione europea responsabile per i Trasporti. “La politica dei trasporti per la quale stiamo lavorando è chiaramente incentrata sui bisogni e le aspettative dei nostri cittadini espressi nel sondaggio: una migliore protezione dell’ambiente, più elevati livelli di sicurezza, riduzione della congestione nelle grandi città e rafforzamento dei diritti dei consumatori”. (fonte Asgmedia)