• Articolo , 25 aprile 2008
  • UE: consulta pubblica per sviluppare l’eolico marino

  • La Commissione europea chiede aiuto ai cittadini per raccogliere proposte che identifichino gli ostacoli cruciali dell’energia eolica offshore

Nel 2030 Bruxelles prevede che l’energia eolica copra tra il 20 e il 28% della domanda energetica nell’Unione, con una capacità di 300 mila MW, di cui 120mila prodotte da impianti offshore. Tuttavia attualmente questa tecnologia risponde solo al 3,7% della domanda, anche a causa dell’osteggiamento da parte dei cittadini, che spesso contestano l’impatto ambientale delle pale eoliche, giudicate troppo rumorose e di pesante impatto paesaggistico. Nel quadro del suo impegno per la lotta ai cambiamenti climatici la Commissione europea ha annunciato oggi l’apertura di una consultazione pubblica per preparare un Piano di Azione sull’Eolico Marino che verrà presentato alla fine di quest’anno. L’inchiesta, aperta a qualsiasi interessato, servirà ad identificare i principali ostacoli allo sviluppo dell’energia eolica marina, fornendo alla Commissione un quadro chiaro delle sfide specifiche per un suo sviluppo su larga scala, e di come l’UE possa contribuire. La consultazione sarà online, fino al prossimo 20 giugno, al sito: http://ec.europa.eu/energy/res/consultation/offshore_wind_energy_e n.htm