• Articolo , 19 novembre 2009
  • Ue e Russia, vicini sul Clima e Copenhagen

  • La Russia, un po’ a sorpresa, alla vigilia di Copenhagen s’impegna su un programma di riduzione dei gas serra che non si discosta molto da quello europeo, e fiancheggia la Ue per la buona riuscita della Conferenza a dicembre

(Rinnovabili.it) – Si è inaugurato ieri il consueto vertice Unione Europea – Russia, ormai alla sua ventesima edizione, a Bruxelles in cui il tema principale, oramai a pochi giorni dall’inizio della conferenza di Copenhagen è stato ovviamente il clima.
Al consuntivo di fine giornata il presidente della Commissione Ue, Josè Manuel Barroso ha dichiarato che “a due settimane dalla conferenza di Copenaghen andiamo verso importanti progressi, come l’obiettivo di riduzione dei gas serra annunciato oggi dalla Russia – ha poi sottolineato Barroso – Sia Ue che Russia hanno la responsabilità di guidare la lotta ai cambiamenti climatici e abbiamo bisogno che tutti facciano la loro parte per rimanere con l’obiettivo di tenere l’aumento della temperatura del pianeta sotto i due gradi”.
Infatti di fronte alle posizioni tiepide fin’ora espresse, la Russia adesso si è invece impegnata a tagliare entro il 2020 le emissioni di gas sera del 20-25% rispetto al 1990, convinta dell’importanza dei negoziati e di come sia indispensabile non far fallire il vertice di Copenaghen.