• Articolo , 15 settembre 2009
  • UE: furgoni a emissioni ridotte entro 2013

  • La Commissione sta lavorando ad una proposta di direttiva per abbassare le emissioni di CO2 anche nell’industria di van e piccoli camion

(Rinnovabili.it) – L’industria automobilistica dovrà ridurre del 14 per cento le emissioni di biossido di carbonio dei nuovi furgoni venduti nell’Unione europea entro luglio del 2013 o pagare ammende salate. E’ quanto prevede la nuova proposta su cui sta lavorando la Commissione Europea e destinata ad accendere un’intensa battaglia nei vari Stati membri, ora più che mai occupati a proteggere la propria economia dagli effetti della recessione.
La bozza del documento, che dovrebbe essere ufficializzato ad ottobre, i van commerciali con un peso inferiore a 2,6 tonnellate non dovranno superare i 175 grammi di CO2 a km nell’ipotesi di un incremento sul lungo termine ad una soglia dei 135g/km entro il 2020. I non ottemperanti andrebbero incontro a sanzioni di 120 euro per singolo veicolo con multe più basse per chi supererà di soli 3 grammi l’obiettivo.
Il progetto, secondo l’agenzia di stampa Reuters, prevedrebbe anche esenzioni per i produttori di nicchia di veicoli che immettano meno di 1.000 unità annuali, ma l’aspetto forse più interessante è che la proposta includa un ‘sconto’ di tre grammi per tutti i veicoli che verranno dotati di tecnologie verdi come ad esempio l’integrazione di celle fotovoltaiche nel tettuccio dei furgoni.