• Articolo , 4 maggio 2010
  • UE: i limitatori di velocità? Una soluzione ‘taglia-emissioni’

  • Dotare i veicoli per il commercio leggero di limitatori per la velocità per ridurre consumi ed emissioni. Sembra sarà questo l’argomento chiave dei prossimi negoziati tra Commissione Europeo e Parlamento

(Rinnovabili.it) – L’UE sta valutando la possibilità di fornire dei limitatori di velocità a furgoni e autocarri leggeri nel tentativo di ridurre le emissioni dannose derivanti dal settore dei trasporti.
Il progetto, descritto in un report diffuso da Reuters, parlerebbe di limitatori per il blocco della velocità destinati ai veicoli commerciali leggeri, con il limite stabilito ad un massimo di 120 km/h affinchè sia garantita la sicurezza e il rispetto dell’ambiente senza compromettere il commercio su gomma e assicurando un notevole risparmio in termini di spesa carburante.
Le proposte saranno discusse a breve in occasione del ciclo di negoziati che si svolgeranno tra il Parlamento europeo e la Commissione europea in merito alle nuove norme per disciplinare le emissioni di furgoni e autocarri leggeri.
Bruxelles e Strasburgo appaiono però divisi sull’entità delle norme di emissione da definire; secondo il documento, infatti, il Parlamento avrebbe intenzione di proporre norme più rigide rispetto a quelle proposte dalla Commissione che chiamavano in causa i produttori invitandoli a ridurre le emissioni medie di furgoni e autocarri leggeri di quasi un terzo rispetto ai livelli del 2007 portando le emissioni a 135 grammi per km entro il 2020. La relazione rilasciata dal Parlamento inviterebbe invece a norme meno rigide, fissando le emissioni a 150 g/km e proponendo una diminuzione delle sanzioni finanziarie destinate ai costruttori inadempienti.